Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Monti Lattari, prosegue operazione “Tabula Rasa”: danno di decine di milioni di euro per la criminalità

Continua la lotta al traffico di stupefacenti e di conseguenza alla coltivazione di canapa indiana presente sui Monti Lattari. L’enorme operazione cominciata a inizio 2019, l’operazione “Tabula Rasa”, ha permesso di scovare tantissime piantagioni, oltre cinquemila piante, e all’arresto e alla denuncia di diverse persone. La Procura di Torre Annunziata, che difatti sta coordinato tutta l’attività condotta dai Carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia e della stazione di Gragnano, insieme all’ausilio del settimo nucleo carabinieri di Pontecagnano, si è così espressa:

“Il danno economico apportato alla criminalità attiva in questo settore può essere quantificato in decine di milioni di euro. Le principali attività hanno riguardato lo scorso 30 maggio località Sant’Erasmo a Gragnano, dove sono state sequestrate 150 piante di cannabis. Erano 838 quelle rinvenute sempre a Gragnano l’8 agosto, il giorno seguente sequestrate ben 2.327 piante di cannabis indica. Due altri interventi ad agosto (22 e 25) con il recupero di 480 piante e quasi 5 chili di marijuana. A Pimonte invece, il 26 agosto, è stato arrestato un uomo responsabile di coltivazione illegale di 34 piante di marijuana, altezza 150/180, rinvenute all’interno del proprio fondo agricolo, regolarmente curate in avanzato stato di maturazione disseminate in altre coltivazioni (pomodori) di cui il medesimo riferiva essere il coltivatore per chilogrammi 60 circa, detenzione di un fucile clandestino sovrapposto calibro 38 privo di marca e matricola (oleato e funzionante), 14 cartucce calibro 38, 3 colpi di mortaio artigianali del tipo pirotecnico dimensioni 40 x 15 peso kg 4 cadauno con caratteristiche di micidialità e potenzialità, 13 cipolle artigianali con track 100 passafiamme illegali privi di etichettatura; mentre a Casola di Napoli (27 agosto) le piante recuperate furono 1.563 e tre giorni dopo venti. Il 25 settembre a Lettere l’ultimo intervento con il rinvenimento e la successiva distruzione di 56 piante di cannabis indica.

Questa azione riscontrata dai dati dei sequestri ha consentito una consistente riduzione della produzione illecita nel circondario con l’obiettivo ricercato di arrivare alla completa estirpazione del fenomeno nei prossimi mesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.