Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Meta, tante incognite legate al ritrovamento delle tartarughine: Capitaneria avvisata dopo diverse ore

Ci sarebbero non poche incognite legate al ritrovamento delle tartarughine a Meta. Stando ad alcune informazioni ricevute, pare che gli esemplari di Caretta Caretta siano stati avvistati in mattinata sulla spiaggia di Meta, mentre l’intervento della Capitaneria sarebbe avvenuto soltanto in serata, intorno alle ore 21, proprio poco dopo essere avvisata. Perché la Capitaneria è stata avvisata del ritrovamento solo dopo diverse ore? Possibile che gli animali siano stati portati via prima della segnalazione? Chissà… Anche sul numero di esemplari non si può avere certezza di nulla ormai.

Ricordiamo che la tartaruga Caretta Caretta è la tartaruga marina più comune del mar Mediterraneo. La specie è diffusa in molti mari del mondo ma è fortemente minacciata in tutto il bacino del Mediterraneo ed è ormai al limite dell’estinzione nelle acque territoriali italiane. Erano oltre 30 anni che non accadeva un evento del genere in Penisola Sorrentina. La notizia ha sorpreso anche l’Area Marina Protetta di Punta Campanella e la Capitaneria di Porto, intervenute sul posto. Qualche mese fa era stata avvistata una Caretta Caretta adulta su una spiaggia poco distante, sempre a Meta. Le neonate sono state monitorate e poi consegnate alla stazione zoologica Dohrn.

Ecco il commento del direttore dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella, Antonino Miccio: “È un evento del tutto eccezionale che ci riempie di gioia. Ringrazio la Capitaneria di Porto di Meta con il comandante Caputo che é subito intervenuto. Da oltre 10 anni lavoriamo per tutelare questo meraviglioso abitante dei mari. Ne abbiamo salvate circa 160 in 12 anni, stringendo un proficuo rapporto di collaborazione con la Stazione zoologica Dohrn. Avremmo preferito che tutte le tartarughe fossero giunte in mare ma purtroppo qualcuna ha avuto bisogno di assistenza. Ora comunque sono in buone mani e presto saranno messe in acqua dove potranno cominciare la loro vita”.

Ora pare che gli animali verranno liberati nelle acque di Capri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.