Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Meta di Sorrento, sopralluogo del Movimento 5 Stelle al Depuratore di Punta Gradelle.

Più informazioni su

Si terrà nella giornata odierna, in presenza degli esponenti pentastellati Cirillo e Lusciano una accurata verifica degli impianti di depurazione affinché  si accertino le cause delle nauseabondi esalazioni nonché la scadente qualità delle acque che stanno caratterizzando questo fine estate   a Meta e lungo tutto il litorale sorrentino.

Meta di Sorrento – Dopo settimane  di forte disagio per la popolazione residente e dei tanti turisti che frequentano il lido metese, a causa del costante cattivo odore che si registra ormai da tempo, stamattina alle ore 11,00 il Consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Domenico Lusciano,  insieme al Consigliere Regionale Luigi Cirillo (M5S) effettueranno un sopralluogo all’impianto di depurazione di Punta Gradelle .  Un intervento resosi necessario dopo una serie di segnalazioni da parte della cittadinanza e di tanti turisti che anche in questo scorcio di estate continuano ad  affollare il lido metese. Tramite le quali si lamentano emissioni a dir poco nauseanti provenienti  dall’impianto di depurazione inaugurato appena un anno fa. Sulla questione la scorsa settimana fu proprio Lusciano ad inviare una istanza alla Gori Spa, Società che gestisce l’impianto, affinché la cittadinanza possa conoscere lo stato attuale di funzionamento dell’intero apparato. Nella segnalazione , sottoposta in particolar modo al presidente Gori, dott. Di Natale, si sollecita una concreta verifica  che possano rilevare eventuali avarie. In presenza delle quali si sollecita un immediato intervento affinché  si blocchi tale disagio. Non solo, Lusciano chiede in che modo la società intende operare in futuro circa la manutenzione dell’impianto onde scongiurare che una tale spiacevole situazione si ripeta in futuro. Ormai sono giorni che la popolazione residente è soggetta a tale indescrivibile disagio provocato sia dalle forti esalazioni, provenienti dalla area in prossimità dell’impianto di depurazione, nonché dalla qualità più che scadente (per usare un eufemismo) delle acque di balneazione. Un situazione quest’ultima che sta interessando in modo concreto l’intera area della penisola sorrentina. Circa il sopralluogo odierno i rappresentanti  del movimento 5 stelle rendiconteranno il Ministro dell’ Ambiente Sergio Costa  sollecitando una forte e concreta attività di verifica dell’impianto di Punta Gradelle. – 11 settembre 2019 – salvatorecaccaviello.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pedro

    Bene tenere attenzione su questo problema che penso non ci lascerà presto! e potrebbe far danni economici di non poco conto.
    Abbiamo alcuni elementi che conosciamo : “la Puzza” , ma non la qualità delle acque all’uscita del depuratore. Questa ultima ci da una impressione del suo stato solo quando vediamo le acque balneari o le rilevazioni ARPAC.
    Aspetto preoccupante è il fatto che, il recente fenomeno della ” Puzza ” si è rivelato in uno scorcio di stagione privo di piogge, con venti che solo a settembre hanno spirato per un poco da ENE e con la solita sovrapopolazione turistica tipica del periodo in penisola.
    Per le acque balneabili infine ci sono anche i ” Valloni ” che con le piogge portano da sempre tutto a mare .
    Noi cittadini ed albergatori abbiamo un ruolo determinante. Siamo sicuri che gli scarichi delle nostre acque di casa siano adeguatamente separati?? Pluviali da una parte e nere dall’altra?
    Scarichi abusivi nei valloni?
    Impegnamoci tutti il problema è serio!