Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Le Rubriche di Positano News - CulturaNews di Maurizio Vitiello

Successo di “IN CARTIS – opere italiane dalla Casetta della Musica di Latina”, ad Arad, in Romania, alla Galleria Nazionale d’Arte Delta

Più informazioni su

Articolo di Maurizio Vitiello – Successo di “IN CARTIS – opere italiane dalla Casetta della Musica di Latina”, ad Arad, in Romania, alla Galleria Nazionale d’Arte Delta, sino al 29.10.2019.

ARTE A SCUOLA
IN CARTIS
opere italiane dalla Casetta della Musica di Latina
ad Arad, in Romania, alla Galleria Nazionale d’Arte Delta.

Giovedì 29 agosto 2019, alle ore 18.00, è stata inaugurata, con notevole successo, ad Arad, in Romania, alla Galleria Nazionale d’Arte Delta la mostra d’arte contemporanea “IN CARTIS – opere italiane dalla Casetta della Musica di Latina”.
L’esposizione è stata organizzata dall’Associazione Culturale Casa Arte Scuola Civica di Musica nell’ambito dell’iniziativa denominata ARTE A SCUOLA, in collaborazione con la Casetta della Musica di Latina, l’Associazione Culturale Luigi Faccioli e il “Gruppo Atomosfera.7”.
La rassegna ARTE A SCUOLA, nata nel 1998 e giunta alla XXI edizione tra mostre di libri e segnalibri d’artista, realizza esposizioni di arte contemporanea all’interno delle istituzioni scolastiche, di biblioteche, di centri culturali e musei, con il fine di far conoscere e praticare le arti visive.
I visitatori sono parte fondamentale dei progetti di ARTE A SCUOLA, in quanto guidati a lavorare con le tematiche e i materiali trattati dai maestri.
Questa Edizione ha indagato e ricercato all’interno del mondo della CARTA: sono state esposte oltre 100 opere fatte di carta o sulla carta: incisioni, dipinti, grafiche, disegni e tecniche miste, fotografie.
“E’ importante segnalare – precisa Massimo Pompeo – che le opere esposte in Romania sono state realizzate da artisti che negli ultimi venti anni si sono adoperati in diverse regioni italiane per la creazione di un circuito virtuoso di sostegno alle arti e che, in particolare a Latina, hanno contribuito in modo fondamentale alla realizzazione della “Casetta della Musica” e delle sue attività. La rete di artisti che con prolungato impegno assicurano il loro contributo alla nascita e al mantenimento di istituzioni culturali, rappresenta una vera e concreta risposta alla fiducia nell’apporto salvifico del “bello” che la nostra società da più parti professa.”.
Dimitru Serban, artista rumeno di grande successo in Europa, ha guidato il gruppo ospitante e nel mese di settembre ricambierà il gesto degli italiani venendo in Italia, a Latina, a portare le opere di artisti rumeni.
Insieme alla presentazione delle opere ha avuto modo di illustrare la vasta esperienza di organizzazione delle strutture rumene deputate all’ospitalità di opere e artisti, nonché all’allestimento di laboratori pubblici dati in concessione agli artisti in progetti di grande sostegno allo sviluppo delle arti.
Gli artisti italiani, che hanno presentato le loro opere, sono alcuni dei massimi esponenti del panorama artistico nazionale e internazionale, alcuni purtroppo scomparsi.
Sino al 29 settembre 2019 si potranno ammirare le opere dei 55 artisti presenti: Paola Abbondi, Rita Angelotti Biuso, Toni Bellucci, Franco Berdini, Marina Bindella, Tomaso Binga, Renata Boero, Mario Boldrini, Francesca Cataldi, Alfredo Celli, Carmine Cerbone, Isabella Ciaffi, Isabella Collodi, Bruno Conte, Primo Conti, Sandro Cordova, Maria Pia Daidone, Luce Delhove, Concetta De Pasquale, Fiorella Diamantini, Rossano Maria di Cicco Morra, Bruno Di Pietro, Luigi Faccioli, Fernando Falconi, Venera Finocchiaro, Giorgio Fiume, Piero Fornai Tevini, Giorgio Galli, Annamaria Gelmi, Nino Giammarco, Salvatore Giunta, Leo Guida, Marianna Lanza, Margherita Levo Rosenberg, Gabriella Locci, Veronica Longo, Massimo Luccioli, Generoso Mancinelli, Alberto Manzetti, Claudio Marini, Luigi Menichelli, Elisa Montessori, Gianluca Murasecchi, Giulia Napoleone, Angela Occhipinti, Achille Pace, Massimo Pompeo, Piero Pompili, Placido Scandurra, Marilena Scavizzi, Marcello Scopelliti, Anna Seccia, Franco Sinisi, Leo Strozzieri e Anna Uncini.
La mostra curata da Massimo Pompeo e da Leonardo Faccioli per la parte italiana e per la parte rumena da Dumitri Serban, Maria Furnea e Delia Brandusescu.

Da vedere.

Maurizio Vitiello

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.