Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

“Un ponte per superare insieme le barriere”: Salvatore Cimmino presenta a Roma la Massa Lubrense-Amalfi

La tappa sarà presentata in ottobre, nel corso di un convegno alla Camera dei Deputati

La prossima tappa da Massa Lubrense ad Amalfi con tappa a Positano e Praiano, che avrà luogo dall’11 al 13 ottobre, sarà presentata nel corso di un Convegno che grazie all’impegno degli On. Umberto Buratti e Lisa Noja, avrà luogo alla Camera dei Deputati, nella Sala della Regina, l’8 ottobre prossimo.

Salvatore Cimmino presenterà la XVI maratona, nell’ambito della personale iniziativa “A nuoto nei mari del globo.- Per un mondo senza barriere e senza frontiere”, sposando un importante gara di solidarietà per i bambini e le persone con disabilità nella regione del Kivu, in Congo.

Al convegno prenderanno parte Giovanni Malagò, Presidente del Coni, Giorgio Marrapodi, Direttore Generale della Cooperazione Italiana allo Sviluppo per il progetto “Un ponte per superare insieme le barriere”, Filomena Gallo, Segretario Associazione Luca Coscioni ed Eugenio Guglielmelli, docente di Bioingegneria della riabilitazione e Pro Rettore del Campus Bio Medico.

“Sarà un momento fondamentale per discutere e rendere visibili tematiche molto sentite dalle persone con disabilità del nostro Paese, – spiega Cimmino – come per esempio la Progettazione Universale – che dovrebbe rendere le nostra società accessibile e vivibile – oppure l’assenza dei PEBA – che produce il risultato di limitare la mobilità impedendo una vita piena – o anche l’accesso alle nuove tecnologie – basti pensare che sono passati più di due anni e ancora non abbiamo i decreti attuativi per rendere esigibili i nuovi LEA e il nuovo Nomenclatore tariffario. E infine il tema, che mi sta particolarmente a cuore, degli aiuti umanitari ai bambini e alle persone con disabilità della regione del Kivu, nella RDC.”

“Nel corso della vita può accadere di doversi confrontare con le fragilità e con le malattie, nostre o dei nostri cari, ed è per questo che sarebbe opportuno, per un futuro migliore e più sereno, immaginare e contribuire a creare una società senza barriere, né fisiche né mentali né tanto meno sociali. E’ importante capire nel profondo che la disabilità non deve più rappresentare un fatto privato, a carico della singola persona, ma piuttosto una realtà di cui è necessario che la collettività, per intero, si faccia carico. Disabile quindi, vorrei che tutti lo comprendessero, non è la persona ma è l’ambiente nel quale si trova a vivere” – spiega Cimmino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.