Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sant’Agnello. Disagi enormi all’Asl. Ancora lunghe file ed attese interminabili agli uffici

Disagi enormi a Sant’Agnello per le persone in difficoltà. File interminabili e famiglie disperate. Non si sa più dove cercare aiuto per le persone allettate e per le persone ammalate. Le famiglie dei poveri pazienti, sempre più in difficoltà: fanno avanti e indietro con il caldo del mese di agosto per avere il minimo ed  indispensabile; qualcosa che li aiuti nell’assistenza a questi poveri anziani, ma non solo, costretti a rimanere allettati per brutte malattie: un pannolone, un assistenza, una visita, dei certificati,  cose utili per gestire le emergenze.

#MADICOSAPARLIAMOGIMAXASL A S.AGNELLO LUNGHE FILE PER CERTIFICAZIONI AMMINISTRATIVE VITTIME DELLA DISORGANIZZAZIONE NELLA SANITÀ PUBBLICA La mattina agli uffici ASL a S.Agnello solita trafila e lunga attesa con tante persone che arrivano di buon ora per aver un posto in prima fila e non perdere molto tempo.Teresa nome di fantasia ci scrive in redazione.Sto all'Asl dalle 8.00 e già ci sta una fila interminabile … Gigione posso disturbarti …?Quando lo fate un articolo sulle problematiche dell'ufficio riabilitazione che dovrebbe funzionare in maniera diversa…!!! Un ufficio più efficiente !!! Ogni volta per consegnare documentazione o avere un foglio e certificazioni ci sta una lunga attesa estenuante e faticosa fal punto di vista psicologico. Venire qui sivrisvontra mancanza di organizzazione ed è una cosa indegna per un paese civile. Molti anziani si lamentano ogni volta per 3/4 ore di fila e di attesa pericolosa per i conti nui disagi. Stiamo nel terzo mondo…!!!

Pubblicato da Positanonews su Mercoledì 7 agosto 2019

All’Asl a Sant’Agnello ogni giorno ci sono file lunghissime per certificazioni amministrative. I pazienti sempre vittime di disorganizzazione della Sanità Pubblica.

La mattina negli uffici dell’Asl, solita trafila, solite lunghe attese e tanti pazienti e parenti di pazienti aspettano. Tutti cercano di arrivare di buon ora, per essere i primi della fila e non perdere tempo, ma anche questo non basta più. Come si può vedere dalle foto  anziani e persone con disabilità motorie aspettano il loro turno.

Una lettrice ci scrive questa mattina, stanca che la situazione non migliori, nonostante i tanti progetti che ci sono:

“E’ dalle 8.00 di questa mattina che sono in attesa all’Asl di Sant’Agnello. La fila è interminabile. Lunga già dal mio arrivo. Gli uffici dovrebbero funzionare in modo differente. Non c’è alcun ufficio efficiente! Ogni volta per avere o consegnare dei documenti, file interminabili, lunghe attese estenuanti e faticose dal punto di vista psicologico, ma anche fisico se consideriamo persone anziane o persone con il bastone. Quando si entra in questo posto la disorganizzazione regna sovrana. Una cosa indegna essendo questo un paese civile! Perdere 3 ore o addirittura se sei l’ultimo della fila, un’intera giornata è una cosa da terzo mondo. Per gli anziani poi, molto pericoloso, anche perché fa caldo!”.

E’ assolutamente inaccettabile, indecente, impossibile che ci siano ancora questi disagi. Che la gente debba aspettare ore ed ore per un aiuto NECESSARIO!

I politici, contenti, si fanno le foto e parlano di ospedali unici, che non verranno mai realizzati. Ricordiamo che siamo sempre sotto campagna elettorale!

Tante chiacchiere, ma la gente continua a soffrire.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe Castellano

    Non sò perchè ma quando si parla di Asl un pò mi viene in mente la Gori(il carrozzone politico)con la differenza però che mentre la Gori ti fà pagare l’acqua(bene primario) a peso d’oro, all’Asl i vecchietti e i malati l’eutanasia (che è vietata dalle leggi italiane) te la fanno gratuitamente facendoli morire sulle panchine o nelle file estenuanti in una inutile attesa di servizi che, in uno stato di diritto, comunque spetterebbero al cittadino. Ma possibile che nell’epoca dei computers anziani, malati,allettati e loro familiari ancora debbano patire le lunghe attese, le file, i numeretti ed altre assurdità simili quando basterebbe un semplice filo diretto tra Asl e medico curante?????? e qui mi fermo sennò non saprei cos’altro di poco gradito potrei descrivere. Burocrazie spesso assurde, inutili e ripetitive che i familiari delle persone allettate sono costrette a fare.
    Un deposito farmaceutico stracarico di letti ed attrezzature sanitarie (che ti obbligano a restituire a fine utilizzo) ma di cui, se si ha bisogno ti rispondono che non ce ne sono disponibili.

  2. Scritto da un metese

    Anch’io mi sono trovato in difficoltà la direttrice sanitaria da la colpa a quota 100. Dice che i dipendenti che sono andati in pensione non sono stati sostituiti. Ma la colpa di tutto questo ricade sempre di noi.