Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Vico Equense, messa in onore dell’agente Pasquale Paola. Buonocore: “Sacrificio non vano”

Il Comune di Vico Equense ricorda l’agente Pasquale Paola e il capo della squadra mobile di Napoli Ammaturo.

Il 15 luglio 1982 l’agente Paola fu trucidato assieme al vicequestore Ammaturo. A 37 anni dall’agguato, messa al cimitero con parenti, istituzioni e poliziotti. Il Sindaco Buonocore: “Il suo sacrificio non è stato vano”

Vico Equense non dimentica l’agente pasquale Paola, ammazzato a 32 anni dalle Brigate Rosse nell’agguato di piazza Amore a Napoli il 15 luglio 1982 in cui restò ucciso anche il vicequestore Antonio Ammaturo. Questo pomeriggio, in ricordo del poliziotto originario di Vico Equense, al cimitero di San Francesco si è celebrata una messa a cui hanno partecipato i familiari della vittima, i vertici dell’Amministrazione comunale di Vico Equense e una rappresentanza della polizia di Stato di Sorrento.

Paola sin da ragazzino aveva dimostrato uno sviscerato amore per la divisa. La indossò per la prima volta nel 1970, quando entrò nella Polizia. Dopo aver frequentato la scuola di allievi di Alessandria e la scuola sottufficiali di Nettuno, prestò servizio a Torino, Novara e, infine, presso la Questura di Napoli. Nel 1981 fu premiato per servizio di Polizia giudiziaria di speciale importanza. Con decreto del Presidente della Repubblica, in data 3 maggio 1984, alla memoria dell’agente Pasquale Paola, fu conferita la medaglia d’oro al valore civile con la seguente motivazione: «Autista di funzionario di pubblica sicurezza impegnato in rischiose operazioni di Polizia giudiziaria, assolveva il proprio compito con serena dedizione ed alto senso del dovere, pur consapevole dei rischi personali connessi con la recrudescenza degli attentati contro i rappresentanti delle Forze dell’ordine.

Riportava mortali lesioni in un feroce e proditorio agguato sacrificando la vita a difesa dello Stato e delle istituzioni»”. Le sue spoglie riposano nel cimitero di San Francesco, e sulla lastra di marmo che le racchiude è scritto «A ricordo dei posteri questi grandi eroi non dovranno mai essere dimenticati». Alla celebrazione hanno partecipato il Sindaco Andrea Buonocore, il Primo Dirigente della Polizia di Stato della Questura di Napoli Marco Giambra, il Comandante dei Vigili Urbani Ferdinando De Martino e il Dirigente del commissariato di Sorrento Aniello Zambrano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.