Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento. Il flash mob per salvare il Vallone dei Mulini, che i lavori in corso rischiano di stravolgere fotogallery

Sorrento. E’ in corso il flash mob per salvare il Vallone dei Mulini, attualmente oggetto di interventi di restauro e risanamento conservativo che rischiano di stravolgere completamente l’aspetto originario dei uno dei luoghi storici di Sorrento, tra i più fotografati ed ammirati dai tanti turisti. Molte le polemiche e le proteste da parte dei cittadini e della associazioni. Il Vallone dei Mulini rappresenta il legame con le origini della città di Sorrento e con la sua lunga storia e, a seguito dei lavori, cambierà completamente aspetto assumendo quello di una struttura quasi moderna, priva dei segni che il tempo ha lasciato conferendo un aspetto magico ed al di fuori del tempo. Ma i sorrentini non ci stanno ed oggi sono scesi in piazza, tutti uniti nei pressi del Vallone, per difendere la loro storia, gridando con la loro presenza e con gli striscioni : “Salviamo il Vallone”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Arturo

    Forse non vi rendete conto che vi stanno prendendo per il culo?
    I signori organizzatori sono in primis, hanno il potere di intervenire senza tanti preamboli, hanno il potere di decidere, se non esiste nessun avviso di bando pubblico, non esiste un protocollo, non esiste una licenza,perchè fare tanto chiasso in piazza.E’ un diritto del cittadini sapere.Una società “Maccaronificio srl”ha comprato un bene pubblico, perchè e come? Chi c’e dietro? “Teniamoci per mano e difendiamoci l’ano”