Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Ravello. La Wedding Planner Suita Carrano “Non demoniziamo il wedding tourism, proviamo ad educare e informare i clienti”

Più informazioni su

Ravello, Costiera amalfitana. Dopo la nostra notte in piazza a Ravello per un reportage che cercava di andare in fondo serenamente alle problematiche di ordine pubblico, poi risolte dall’amministrazione Di Martino con la vigilanza privata, con gli operatori che invocavano dai wedding planner maggiore informazione ( ci teniamo a precisare che si parla sopratutto di WP stranieri, australiani e americani, che hanno la più grossa fetta del mercato anche nostrano in Costa d’ Amalfi , ndr ) sentiamo una delle più note. esperte e qualificate wedding planner locali, Suita Carrano.

“Ho avuto il piacere di essere stata, anni fa, la prima wedding planner della costiera ad essere intervistata da Michele Cinque circa il fenomeno del destination wedding. All’epoca un’intuizione e una speranza (economia per un paese intero), ora una realtà a volte scomoda. Dobbiamo premettere che l’aria di vacanza fa fare sciocchezze anche ai piu’ savi, il desiderio di infrangere le regole è innato in ogni essere umano. A mio avviso la colpa di comportamenti incoerenti ed irrispettosi verso il paese che ti ospita denota solamente una mancanza di informazione in senso generale. All’estero la bella Italia è vista come il paese dove tutto è possibile e dove la legge non viene rispettata perché “fatta la legge fatto l’inganno”. Capisco chi si lamenta e capisco chi vorrebbe che non finisse mai, non capisco invece quei colleghi che non informano i propri clienti che anche qui, come in ogni paese civile, ci sono delle regole da rispettare. Vivo anche io di matrimoni, sia come Wedding Planner sia come albergatrice e sono stufa di gente che ci dice “ma tanto in Italia è normale”. Non è normale spogliarsi in pubblico: se lo fai a New York buttano la chiave della tua cella. Non è normale girare il paese con una bottiglia di prosecco aperta in mano: se lo fai in Australia ti fanno il foglio di via. Non è normale vomitare sul marciapiede perché hai provato a bere la 90esima birra: se lo fai in Austria becchi una bella multa e qualche giorno di galera. Dover arrivare a mettere le guardie per tutelare la notte è un gesto molto forte ma che si sarebbe potuto evitare se ognuno di noi (WP) avesse guardato a vista il proprio gregge (wedding party). Insomma in tutto il mondo ci sono regole, dobbiamo essere noi per primi a far si che tutti le rispettino dimostrando un po’ di amore in più per la nostra nazione ( il buon vecchio senso civico). Un piccolo aggiornamento a Michelle Cinque. Concordo che non esiste un albo dei Wedding Planners, ma esistono associazioni ( tra cui IWPA International Wedding Planners Association ) che stanno lavorando attivamente per ottenere il riconoscimento della professione e successiva creazione di un albo. Detto tutto questo, senza demonizzare il destination wedding tourism, proviamo tutti a lavorare attivamente per ristabilire l’ordine ma non dimentichiamo che non dobbiamo nemmeno far invecchiare la nostra costiera pretendendo solo turisti ultracentenari e silenziosi. Abbiano bisogno di clienti educati (oppure educare i clienti) che sappiano divertirsi senza invadere la nostra vita ( questo da cittadino); abbiamo bisogno di famiglie con bambini ( i nostri futuri clienti) e abbiamo bisogno di matrimoni perché ogni wedding group porta davvero tanti soldi ad un paese intero. Il resto tocca a tutti noi!”

Foto Gallucci

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.