Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Concorso Regione Campania, 2175 posti disponibili: ecco tutto quello che c’è da sapere

Da qualche giorno sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale i due bandi per l’assunzione a tempo indeterminato presso la Regione Campania e gli enti locali della Regione. Sono 2175 i posti disponibili, divisi per:

950 unità di personale da inquadrare nella categoria D, diversi profili
1.225 unità di personale da inquadrare nella categoria C, diversi profili

La procedura concorsuale sarà gestita dalla commissione RIPAM.

Le domande di partecipazione al Concorso Regione Campania vanno inviate entro l’8 agosto esclusivamente online compilando il modulo tramite il sistema “Step-One 2019”, all’indirizzo https://www.ripam.cloud.

È possibile candidarsi a più profili (se in possesso dei requisiti richiesti).

Concorso Regione Campania per 950 Funzionari (laureati)
Il concorso per 950 Funzionari prevede l’assunzione a tempo indeterminato di:

328 unità presso la Regione Campania,
15 unità presso il Consiglio regionale della Campania
607 unità presso gli Enti locali della Regione Campania

I profili ricercati sono i seguenti:

125 posti di funzionario risorse finanziarie /funzionario pianificazione e controllo di gestione/ funzionario specialista contabile (categoria D) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
380 posti di funzionario amministrativo/funzionario amministrativo e legislativo /funzionario specialista amministrativo (categoria D) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
143 posti di funzionario tecnico /funzionario specialista tecnico (categoria D) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
62 posti di funzionario di sistemi informativi e tecnologici /funzionario informatico (categoria D) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
19 posti di funzionario comunicazione e informazione (categoria D) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
108 posti di funzionario di policy regionali e funzionario specialista in attività culturali (categoria D) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
66 posti di funzionario-specialista socio-assistenziale (categoria D) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
47 posti di funzionario di vigilanza (categoria D) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando.

Il concorso è aperto ai candidati in possesso dei requisiti generali per la partecipazione ai concorsi pubblici e di una delle lauree indicate nel bando, specifiche in base al profilo.

Le prove d’esame del concorso Regione Campania per 950 Funzionari
Il corso-concorso si svolgerà attraverso le seguenti fasi:

prova preselettiva comune ai profili professionali – test, da risolvere in 80 minuti, composto da 80 quesiti a risposta multipla, di cui 50 attitudinali consistenti in una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico e critico-verbale, e 30 diretti a verificare la conoscenza delle seguenti materie: diritto costituzionale con particolare riferimento al Titolo V della Costituzione; diritto amministrativo con particolare riferimento alla normativa in materia di accesso, trasparenza e anticorruzione, disciplina del lavoro pubblico; diritto regionale e degli enti locali e con particolare riferimento a statuto e ordinamento della Regione Campania; geografia politica ed economica della Regione Campania
prova selettiva scritta, distinta per i profili professionali – 60 quesiti a risposta multipla sulle materie indicate nel bando, specifiche in base al profilo
fase di formazione e rafforzamento della durata complessiva di 10 mesi, distinta per i profili professionali con valutazione finale, alla quale saranno ammessi i candidati secondo l’ordine della graduatoria provvisoria di merito
prova orale – colloquio sulle materie della prova scritta e su elementi di informatica e lingua straniera
valutazione dei titoli.

Il concorso per 1225 Istruttori prevede l’assunzione a tempo indeterminato di:

187 unità presso la Regione Campania,
18 unità presso il Consiglio regionale della Campania
1020 unità presso gli Enti locali della Regione Campania
I profili
I profili ricercati sono i seguenti:

121 posti di istruttore risorse finanziarie/istruttore contabile (categoria C) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
380 posti di istruttore amministrativo (categoria C) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
134 posti di istruttore tecnico (categoria C) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
71 posti di istruttore sistemi informativi e tecnologie/ istruttore informatico (categoria C) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
20 posti di istruttore comunicazione e informazione (categoria C) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
52 posti di istruttore policy regionali/istruttore culturale (categoria C) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
22 posti di istruttore socio-assistenziale (categoria C) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
425 posti di istruttore di vigilanza (categoria C) da distribuire nei vari comuni secondo la ripartizione riportata nel bando
Requisiti per la partecipazione al concorso
Il concorso è aperto ai candidati in possesso dei requisiti generali per la partecipazione ai concorsi pubblici e del diploma di scuola secondaria (per dettagli sul titolo di studio consulta il bando).

Le prove d’esame del concorso Regione Campania per 1225 Istruttori
Il corso-concorso si svolgerà attraverso le seguenti fasi:

prova preselettiva comune ai profili professionali – test, da risolvere in 80 minuti, composto da 80 quesiti a risposta multipla, di cui 50 attitudinali consistenti in una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico e critico-verbale, e 30 diretti a verificare la conoscenza delle seguenti materie: diritto costituzionale con particolare riferimento al titolo V della Costituzione; diritto amministrativo con particolare riferimento alla normativa in materia di accesso, trasparenza e anticorruzione, disciplina del lavoro pubblico; diritto regionale e diritto degli enti locali con particolare riferimento allo statuto e all’ordinamento della Regione Campania; elementi di geografia politica ed economica della Regione Campania.
prova selettiva scritta, distinta per i profili professionali – 60 quesiti a risposta multipla sulle materie indicate nel bando, specifiche in base al profilo
fase di formazione e rafforzamento della durata complessiva di 10 mesi, distinta per i profili professionali con valutazione finale, alla quale saranno ammessi i candidati secondo l’ordine della graduatoria provvisoria di merito
prova orale – colloquio sulle materie della prova scritta e su elementi di informatica e lingua straniera
valutazione dei titoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.