Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Targhe Alterne Amalfi , la FIAVET dimentica che da Sorrento gli albergatori le han proposto con uno studio per la Penisola

Sorrento contro Amalfi per le targhe alterne. Il discorso sembra abbastanza semplice. Noi lavoriamo sopratutto con la Costiera amalfitana, da Positano a Ravello in modo particolare, e non vogliamo subire disagi. Questo anche se si muore di traffico, i tumori aumentano nelle zone con maggior smog, come ha detto pure una mamma-avvocato di Positano, e nonostante ore di traffico esasperante che blocca anche le emergenze e i servizi pubblici.

Non staremo qui a difendere il Prefetto di Salerno, al quale, a dire il vero, abbiamo chiesto con le associazioni del territorio, e quasi dieci mila firme, misure più drastiche, quali l’eliminazioni dei bus Gran Turismo dalla Costiera amalfitana e delle deroghe, poi la ZTL, ma senza parlare di targhe alterne.

Il Prefetto è venuto incontro alle associazioni con i divieti agli autobus, concedendogli due finestre orarie nelle quali poter passare ( fino alle 11 e poi dalle 16 alle 19, per precisione leggetevi l’atto) , rendendosi conto della situazione disastrosa che vive la Costiera . Poi , visto che anche le auto sono diventate tantissime, ha anche posto delle limitazioni per le targhe alterne.

Ma solo il sabato e la domenica e dalle 9 alle 18 

Positanonews parla con i documenti ecco qui l’atto del Prefetto per il quale è stato fatto l’avvio del procedimento

LEGGETEVI L’ATTO

https://www.positanonews.it/wp-content/uploads/2019/05/Avvio-procedimento-per-ordinana-traffico-costiera-amalfitana-del-Prefetto.pdf

Ora non ci sembra una limitazione enormemente grave alla fine, anche se andrebbe comunicato già da ora quando le pari e quando le dispari. Che però si parlava di un provvedimento per la Costiera amalfitana lo sapevano pure le pietre, quindi la FIAVET non può scendere dalle nuvole, con tutto il rispetto, noi qui ci viviamo, e scriviamo, da oltre trenta anni. E siamo fra quelli che soffrono questa situazione , che ha portato morti e feriti, ma questo sarebbe demagogico.

ANDIAMO AI FATTI E ALLA STORIA

Non andiamo troppo indietro, esattamente un anno fa l’associazione albergatori della Penisola Sorrentina fece fare uno studio ad un esperto l’ingegner Andrea Di Maio, uno studio costato svariate miglia di euro, non ricordo ora, ma molto dettagliato e articolato, che proponeva appunto come soluzione le targhe alterne, soluzione sperimentata anche in altre realtà  Addirittura anche il pedaggio e la limitazione da Castellammare di Stabia a Vico Equense.

SOLUZIONI E DIALOGO FRA LE DUE COSTIERE

Secondo noi le soluzioni del traffico , nel futuro prossimo e non troppo lontano, devono essere concordate fra le due Costiere. Entrambe soffrono il problema traffico e la guerra non deve essere fra di loro ma per rendere migliore la viabilità e la vivibilità. Targhe alterne concordate insieme con posti di blocco a Vico equense e ai Colli di Piano di Sorrento,  anche informativi per i bus grandi a cui si fa sapere di non venire in Costiera amalfitana. Vediamo le due aree come un’isola con problemi simili. Il dire no , non è la soluzione, provare a ragionare insieme per vivere meglio tutti , anche perchè chi da Sorrento, che comunque soffre il traffico,  ci mette tre ore per Positano o sei ore per arrivare a Ravello non avrà un turista contento , forse è una scelta migliore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.