Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

#Sorrentocisto . Folla alla presentazione del movimento di Mario Gargiulo “Non ho mai lasciato il campo” foto

Sorrento .#Sorrentocisto . Folla alla presentazione del movimento di Mario Gargiulo “Non ho mai lasciato il campo” . Mario Gargiulo scende in campo? La domanda è d’obbligo e la risposta scontata “Non ho mai lasciato il campo, la gente” . Insomma Gargiulo, ex assessore nella Giunta di Giuseppe Cuomo, lancia la sfida e riempie il bar Kontatto dove ha scelto di presentare il movimento, al suo fianco Gaetano Mastellone, nel pubblico  in prima fila il sindaco Piergiorgio Sagristani, dietro le quinte gli assessori Peppe Gargiulo, il presidente del consiglio Rocco, l’ex assessore Tonino Castellano “E’ un mio figlioccio, come far a non stargli vicino?” Presenza istituzionale anche di Peppe Tito neo eletto sindaco di Meta ed  anche l’avvocato Marzuillo defilato ma presente , considerato il delfino di Cuomo come possibile candidato antagonista “Mario è un amico, ritenevo giusto venirlo ad ascoltare” , l’incontro si chiude con  fotografia con Mariano Ponticorvo, di cui si diceva del tradimento, per aver accettato di sostenere Cuomo anche se aveva cacciato Gargiulo per un presunto tradimento nel PD, non lascia trapelare se sono o no della partita gli amici del “Ponte” o sono nel “Grande Ponte” , come coniato da Positanonews . Intanto l’assist di Gaetano Mastellone mente pensante sorrentina “Mario sta vicino alla gente e mi ha coinvolto per la città”, si susseguono gli interventi, mentre sono poche le domande dei giornalisti “Mi preoccupo se non ci sono troppe critiche”, ha detto scherzando Mario Gargiulo.

Dunque tutto pronto per le elezioni 2020 , la campagna elettorale è cominciata, a 11 mesi dal voto, ma a dire il vero è già da anni che non si fa che parlare del successore di Cuomo . Mario Gargiulo, ex assessore già con Marco Fiorentino e poi con lo stesso Cuomo, salvo essere messo da parte quando sono emersi contrasti. Ma Gargiulo non ha mai lasciato la politica come ha chiarito egli stesso questa sera nel corso della presentazione del nuovo movimento #Sorrentocisto.

 

Questo il messaggio che Mario Gargiulo, anche a nome dei suoi compagni di avventura, ha diffuso nel corso dell’evento:

Cari amici, potrei dirvi che dopo tanto tempo torno in campo, in realtà, il campo non l’ho mai abbandonato; fare politica per me significa innanzitutto stare tra la gente, e io l’ho sempre fatto.
Con un gruppo di amici, mossi dall’amore comune per la nostra Sorrento, abbiamo deciso di dare vita a un movimento civico che abbiamo deciso di chiamare #Sorrentocisto; un movimento per condividere, con quanti più possibile, progetti ed idee per la città.
#Sorrentocisto è un movimento Civico e Libero, che non si lega a nessuna logica partitica o di parte; vuol essere un’entità “politica” che nasce dalle persone.
Oggi non siamo qui per parlare di candidati o del candidato; il pensiero che ci deve accomunare è semplice; ovvero, che in questo momento storico della nostra città, bisogna parlare solo del futuro di Sorrento e dei Sorrentini.
Bisogna pensare a come garantire i servizi essenziali, quelli che, forse, negli ultimi anni, si sono un pò trascurati; quei servizi che in passato ci facevano prendere ad “esempio”, in termini di qualità della vita.
La nostra è una città che con le sue eccellenze del territorio: artigianali, manifatturiere, ambientali, dell’accoglienza in generale, della cucina, della cultura e di tante altre ancora; eccellenze che hanno fatto e ancora (per fortuna, ma non si sa ancora per quanto) fanno emozionare le tante persone che vi giungono per la prima volta; la nostra missione è creare i presupposti per farli tornare con slancio e serenità.

presentazione-#sorrentocisto

Bisogna lavorare, tutti insieme per ritrovare il senso di appartenenza e di amore per la città, sentimenti che hanno sempre pervaso i sorrentini, sia di nascita che di affezione.
Bisogna riportare quel senso di “armonia” che i nostri nonni e i nostri genitori, hanno costruito e difeso con non pochi sacrifici, negli anni, al fine rendere Sorrento una meta bella, tranquilla ed ambita da tutti e da ogni parte del mondo. Per fortuna Sorrento è un “brand” che esercita ancora un grande fascino.
Per ora siamo un gruppo di persone impegnate in ambito sociale e professionale; nell’ambito dell’associazionismo e del terzo settore; in quello dello sport; nel sociale; nell’imprenditoria; delle professioni; nell’artigianato; in poche parole “della società civile a 360”.
Siamo cittadini che desiderano impiegare le proprie competenze e capacità ma, soprattutto, il proprio “tempo” per il recupero del senso civico del buon vivere; con valori radicati nella famiglia, la partecipazione alla vita sociale aperta a tutti e sulla condivisione di scelte e decisioni.
Il nostro obiettivo è tentare di costruire un movimento civico, fatto di persone che intendono condividere un progetto comune di futuro e non un “gruppo chiuso”, semmai con programmi e simboli imposti da vertici lontani.
Crediamo fortemente che la nostra città meriti di più, in questi anni tante cose sono state fatte, ma bisogna osare di più, senza retorica spicciola, bisogna recuperare la capacità di “sognare”.
Noi non siamo e non saremo mai quelli della critica gratuita, della denuncia sterile e, consentitemi, non saremo mai quei disfattisti per partito preso.
Vogliamo essere quelli che cercano di riportare quell’armonia; sappiamo e, soprattutto io, so molto bene che da soli non si va da nessuna parte, vogliamo essere promotori di unione, o parte di future aggregazioni – qualora ne ricorrano i presupposti in termini di idee.
Noi siamo quelli che da oggi lanciano la sfida, ma che tendono, come abbiamo sempre fatto, una mano per tentare di camminare insieme.
Sappiamo bene che il compito non è semplice, le sfide future sono tante; proprio per questo motivo abbiamo deciso di chiamare il nostro movimento civico #Sorrentocisto.
Mi rivolgo in particolare a tutte le associazioni, movimenti e gruppi politici, per l’appuntamento del prossimo anno, che sarà solo in punto di partenza, di un cammino comune, questo è l’intento.
“Noi ci siamo, io ci sono… e voi?!”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Arturo

    Doppio giochista. Chi ti crede più.