Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Agerola, a Pisacane ridotta la pena accessoria per l’uso delle auto blu. Candidatura in vista delle comunali?

Agerola. Ridotta la pena accessoria a Michele Pisacane per l’uso delle auto blu. La cassazione ha ridotto da cinque anni ad un anno e dieci mesi l’interdizione dai pubblici uffici per l’ex sindaco del comune dei Monti Lattari. Michele Pisacane fu infatti condannato nel 2013 l’uso “allegro” dell’auto blu, quando era in contempo primo cittadino di Agerola e un deputato al parlamento a Roma, utilizzandola per i suoi spostamenti.

Sei anni dopo la sentenza, che condannò il Pisacane ad 1 anno e dieci mesi (pena sospesa) e interdizione dai pubblici uffici di 5 anni per l’utilizzo delle auto blu, pena inflittagli dai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Torre Annunziata, è giunto il pronunciamento dei giudici della Sesta Sezione Penale della Suprema Corte, con presidente Anna Petruzzellis e relatore Ercole Aprile, che ha confermato la condanna ma ridotta la pena accessoria.

Una piccola grande vittoria per la difesa, nella vicenda relativa alle accuse di peculato per l’utilizzo dell’auto blu del Comune di Agerola tra il 2007 e il 2008, per spostarsi nella Capitale, ma non in circostanze che erano legate al proprio mandato di primo cittadino e parlamentare, secondo la Procura di Torre Annunziata che aveva chiesto per Pisacane una condanna di tre anni e sei mesi. Il sindaco-onorevole secondo l’accusa l’avrebbe utilizzata per fini personali.

Tale ridimensionamento dell’interdizione dai pubblici uffici, visto l’avvicinarsi delle elezioni del 2021 ad Agerola, porta a nuovi interrogativi che riscaldano la politica nella Svizzera dei Monti Lattari: vista questa “svolta” Michele Pisacane sarà in procinto di scendere nuovamente in campo? Assisteremo ad una sfida tra l’ex deputato del Popolo delle Libertà e l’assessore della giunta Mascolo, Tommaso Naclerio? Per ora sono solo suggestioni, mentre la difesa dell’ex sindaco chiede comunque che sia revocata la pena accessoria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.