Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Champions ed Europa League: il calcio inglese entra nella storia

La settimana di calcio europeo ci ha consegnato un dato storico: nessuna nazione era stata in grado di portare 4 squadre a giocarsi le finali di Champions League ed Europa League. Ci è riuscita l’Inghilterra per la prima volta, infatti il prossimo primo giugno Liverpool e Tottenham si contenderanno la coppa dalle grandi orecchie, mentre Chelsea ed Arsenal si sfideranno il 29 maggio in finale di Uefa Europa League, dopo aver battuto rispettivamente Eintracht Francoforte (ai calci di rigore) e Valencia.

Un motivo di grande orgoglio per gli inglesi, ai quali, la maggior parte degli appassionati, riconosce il fatto di avere il miglior campionato in termini di competitività ed intensità di gioco. Per non parlare degli impianti di gioco, strutture nuove, organizzate ed attrezzate appositamente per il calcio, con eccellenti sistemi di sicurezza.

La Premier League è anche il campionato che fattura di più, tant’è vero che vanta 6 squadre nella top 10: Manchester United, Tottenham, Manchester City, Liverpool, Chelsea e Arsenal. Fattore non determinante, ma sicuramente significativo nella costruzione delle squadre durante il calciomercato.

L’Italia ad esempio, oltre che offrire, salvo qualche eccezione, stadi vecchi che andrebbero ristrutturati secondo le logiche moderne, non presenta alcuna squadra nella top 10 dei fatturati. All’undicesimo posto c’è la Juventus, poi a seguire le altre. Un aspetto che deve far riflettere chi di dovere, per studiare delle soluzioni idonee al risollevamento economico, e di conseguenza sportivo, delle squadre nostrane.

Quest’annata ha decretato anche il fallimento del calcio spagnolo dopo anni di egemonia incontrastata. Infatti era dal 2014 che le squadre spagnole vincevano rispettivamente Champions League ed Europa League, fatta eccezione per il 2017 quando l’ex coppa Uefa fu vinta dal Manchester United di Josè Mourinho. Ciononostante si tratta soltanto del primo anno a vuoto per gli spagnoli che, ad ogni modo, possono contare sulle superpotenze Real Madrid e Barcellona che guidano al primo e al secondo posto la classifica fatturato.

L’auspicio è quello di vedere quanto prima i club italiani ai piani alti, anche se la strada da fare è ancora tanta. Vanno fatti i complimenti al calcio inglese per questo splendido record, mai nessuno era riuscito ad essere protagonista con 4 squadre della stessa nazione nelle 2 finali più importanti in ambito europeo.

CHAPEAU!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.