Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Cava de Tirreni, preso falso corriere che truffava anziani

Più informazioni su

Cava de Tirreni, preso falso corriere che truffava anziani Si è presentato come corriere addetto alle consegne di un pacco, contenente materiale informatico, ordinato dal nipote. E così è riuscito a sfilare a un’anziana cavese ben 2000 euro. Nella scatola imballata era contenuta solo bigiotteria di scarso valore. I carabinieri della tenenza locale, diretti dal tenente Vincenzo Pessolano, hanno tratto in arresto il truffatore, A.C., 49enne napoletano, in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. Nei suoi confronti il giudice ha ravvisato l’aggravante per aver raggirato una persona anziana per altro provata dalla malattia del marito, colpito da aneurisma cerebrale.
LA TRUFFE
Secondo la ricostruzione dei militari, il pregiudicato napoletano con ogni probabilità dopo appostamenti e verifiche sulla vita della coppia di anziani, è entrato in azione. Ha bussato alla porta della loro abitazione e si è presentato come un corriere che doveva consegnare un pacco, contenente materiale informatico, ordinato dal nipote. Il truffatore sapeva dunque che la coppia ha un nipote e anche che in casa avevano una somma consistente, tra pensioni e risparmi. In ogni caso con modi molto gentili si è fatto consegnare dalla donna 2000 euro. L’anziana, molto provata dalla malattia del marito, colpito da aunerisma cerebrale, ha pagato la somma richiesta senza indugi. Un raggiro in pieno regola, tenuto conto dell’età della donna e del suo stato di sofferenza per la salute del marito. Solo successivamente, contattato il nipote, ha capito che si trattava di una truffa. Nel pacco non c’era materiale informatico, ma solo bigiotteria di scarso valore. I carabinieri hanno avviato le indagini. Martedì, i militari hanno arrestato il truffatore. Purtroppo non è il primo caso, registratosi in città, di truffe ai danni di anziani. Primo maggio di intenso lavoro per i militari della tenenza locale. Il tenente Pessolano ha predisposto una serie di posti di blocco nelle zone nevralgiche della città. Un servizio, programmato per prevenire reati contro il patrimonio e non solo. Nel corso dei controlli, i carabinieri hanno fermato tre pregiudicati napoletani cinquantenni che nascondevano nella loro auto 40mila euro. La somma è stata sequestrata. I tre uomini sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per ulteriori indagini, tese a scoprire la provenienza del denaro ed eventuali reati legati alla consistente somma nascosta in auto dai tre pregiudicati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.