Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Bambina rapita a Meta di Sorrento. Controlli dei carabinieri fino a Castellammare di Stabia

Più informazioni su

Bambina rapita a Meta di Sorrento. Controlli dei carabinieri fino a Castellammare di Stabia. La notizia , ancora da verificare, è arrivata nella redazione di Positanonews in questo momento. Non è la prima volta, ricordiamo che ci sono stati altri casi in cui  bambini nelle Case Famiglie sono scomparsi improvvisamente . Controlli in Penisola sorrentina e nella galleria di Seiano di Vico Equense , allertate anche le forze dell’ordine in provincia di Salerno e Napoli e in Campania.

Aggiornamento.

La bambina, come nei precedenti casi,  è scomparsa dalla casa famiglia di Meta alla quale era stata affidata. E’ stata “rapita” dalla madre romena,  alla quale era stata tolta la potestà genitoriale. Questa mattina la donna si è recata nella struttura per fare visita alla piccola: approfittando di un momento di distrazione degli operatiori, è riuscita a portarla via.

Intanto, continuano i controlli dei carabinieri in tutta la Penisola, sotto il controllo del capitano Marco La Rovere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da RossellaeCiro Russo

    E non siete contenti che l’ha presa la madre e non qualche malvivente.. lo chiamate rapimento?? È sua figliaaa è roba sua! Quale rapimento??? Deficienti!

    1. Scritto da Redazione_MC

      Tecnicamente è un rapimento, tutta l’umanità di questo mondo e posso esser anche d’accordo con lei MA CHIAMI DEFICIENTI I SERVIZI SOCIALI NON I GIORNALISTI CHE FANNO IL LORO LAVORO .. quella è la terminologia!!!