Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Vodafone ecco i Millennials

Più informazioni su

Ugo Cundari
È trascorso poco più di un anno da quando a Napoli la Vodafone ha lanciato la rete mobile 4.5G e siamo già entrati nell’era avveniristica del Gigabit. Se si pensa che siano argomenti appannaggio solo di ingegneri e tecnici del settore si sta commettendo un grosso errore, vista anche la partecipazione attiva della classe del quinto liceo scientifico Vittorini, la quinta D accompagnata dalla professoressa di italiano e latino Loredana Troise, nel corso del primo incontro con Vodafone Italia nell’ambito dell’iniziativa «Studiare l’impresa, l’impresa di studiare» organizzata dall’Unione industriali di Napoli. Ragazzi interessatissimi e già piuttosto competenti in una materia che giocoforza è appannaggio dei «Millennials». A loro Vincenzo De Dominicis, implementation manager che lavora nella sede flegrea dell’azienda di telecomunicazioni, e Letizia Nassuato, responsabile comunicazione di Vodafone per il Centro-Sud, hanno raccontato di come lo sviluppo delle reti avvenga rispondendo alle esigenze di una società in continua evoluzione, con i giovani come attori fondamentali di questo grande cambiamento che ha visto svilupparsi velocità di rete sempre maggiori e schermi degli smartphone sempre più grandi. Per avere un’idea del volume di comunicazione generato atraverso telefonini e talbet basti pensare che quando gioca il Napoli allo stadio San Paolo «il traffico dati che viene registrato in quest’area nel corso della partita è pari a quello smaltito in una giornata media nei comuni di Pompei e San Giorgio a Cremano» hanno spiegato i due manager: «Si capisce in tal modo quanto sia oramai imprescindibile vivere un evento che ci appassiona, impossibile ormai pensare di non poterlo condividere».
I PLAYER
E prima che arrivi il 5G, che rappresenta molto più di un’evoluzione delle reti di telecomunicazione, su Napoli e Salerno è già disponibile la Giga Network 4.5G che integra soluzioni di «big data, intelligenza artificiale, intelligent software» per ottimizzare e adattare dinamicamente performance, velocità e coperture alle esigenze e ai flussi di traffico dei clienti. «I software sviluppati dal centro di eccellenza di Vodafone in Italia – ha raccontato l’ingegnere De Dominicis ai ragazzi radunati in biblioteca – ci consentono di gestire in tempo reale i picchi di traffico attraverso la riassegnazione automatica delle risorse di rete». Si tratta infatti di un progetto internazionale all’interno del quale l’Italia ha ricoperto un ruolo da protagonista, un’eccellenza nostrana che infonde fiducia ai ragazzi che dai banchi di scuola devono iniziare a progettare il proprio futuro. E che magari guardano con grande interesse alla possibilità di lavorare nel settore delle telecomunicazioni o dell’information technology, con grandi player che operano a livello internazionale, perché dietro un video trasmesso o una chat scolastica c’è la tecnologia di cui i ragazzi comprendono appieno il potenziale.
L’AMBIENTE
Alla costante crescita dello scambio di dati, Vodafone fa fronte adottando una serie di azioni volte anche al contenimento del consumo di energia grazie all’utilizzo di apparati multi-tecnologia di nuova generazione e ad alta efficienza, che spengono in automatico alcune componenti capacitive nelle ore di basso traffico, con un risparmio pari a 8000 tonnellate di CO2: sul piano ambientale, è l’equivalente della «produzione» di 26.000 alberi. L’evoluzione della Giga Network apre la strada allo sviluppo del 5G che raggiungerà velocità superiori ai 10 Gigabit al secondo, un futuro prossimo che vede pronti gli studenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.