Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

VICO EQUENSE: STANGATA SUI COSTI DELLA SPAZZATURA, E’ POLEMICA IN GIUNTA

“La spazzatura quest’anno costerà più di 4 milioni di euro” tuona il Leader di opposizione Maurizio Cinque, ex sindaco e ad oggi assessore all’ecologia, in vista dei nuovi regolamenti in vista su Sorrento, Vico Equense e Sant’Agnello. La responsabile dell’aumento delle imposte sarebbe la tassa Tefa, da riconoscere alla Città Metropolitana per il ciclo della nettezza urbana, ma non solo, due settimane fa il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo si giustificava dicendo che “stanno calando i proventi sul vetro e sulla carta”, sarebbero queste le motivazioni della stangata che sta per arrivare ai cittadini e alle attività ricettive. La manovra è stata presentata, a Vico Equense, dal sindaco Buonocore e costerà ben trecento mila euro in più rispetto allo scorso anno. Il Primo Cittadino è stato subito attaccato dall’opposizione, anche sui social. Cinque controbatte argomentando che, come sempre, ad essere penalizzati sono i piccoli commercianti, che risentono molto facilmente di un aumento dei costi di questo genere. Come dargli torto? Il provvedimento oltretutto non alzerebbe i prezzi delle imposte solo nel comune di Vico Equense, ad esempio il comune di Sant’Agnello risentirebbe di un aumento di 130 mila euro. Non pochi soldi. Per questo motivo serpeggia l’idea tra questi comuni di uscire dall’Ato 3, per dare il via a una gestione rifiuti in maniera associata. Cinque giudica l’iniziativa rivoluzionaria, ma precisa la necessità di una attenta analisi dei costi e una minuziosa analisi tra vantaggi e svantaggi. Insomma, un malcontento che serpeggia ancor prima che la manovra sia attuata, e come evitarlo dal momento che rappresenterebbe una imposta veramente onerosa per i cittadini e per le attività? Non resterebbe che attendere le decisioni di chi di dovere e sperare che si riesca a trovare una soluzione adeguata per la parte debole: le famiglie; una famiglia media infatti non conta un reddito altissimo e sicuramente non è in grado di soddisfare le richieste di queste onerose imposte, dal momento che per un nucleo familiare anche poche centinaia di euro possono fare la differenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.