Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Traffico in Costiera amalfitana. Intervento di Primavera Maiorese

Più informazioni su

Maiori, Costiera amalfitana . Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di Primavera Maiorese dopo l’ulteriore caos per il traffico in Costa d’ Amalfi sulla S.S. 163 Amalfitana

Ogni volta la stessa storia, ormai da decenni. Un comprensorio turistico di rilevanza mondiale ostaggio del traffico e di un’intera stagione politica.
Per l’Avv. Vincenzo Rispoli, del Gruppo Primavera, “in Costiera bisogna uscire dalla logica dell’emergenza che guida le amministrazioni pubbliche da oltre 30 anni e realizzare soluzioni definitive per un sistema integrato di trasporti capace di supportare la capacità attrattiva di un comprensorio turistico di rilevanza mondiale, con soluzioni compatibili con ambiente, sicurezza e crescita economica dei vari paesi e possibile volano per l’intera Regione”.
Le proposte concrete per la soluzione strutturale del problema:
1) circonvallazioni in galleria (già previste dagli anni ’80!!!) e parcheggi in roccia per ogni paese sul modello Luna Rossa di Amalfi;
2) collegamenti in galleria su ferro con stazioni ed aeroporti di Napoli e Salerno. In particolare, da un lato collegamento metropolitano Amalfi/Praiano/Positano/Sorrento con la circumvesuviana ed il correlato sistema di trasporti per Napoli. Dall’altro lato collegamento Amalfi – Minori in corrispondenza della progettata funicolare per Ravello – Maiori – Cetara con la stazione centrale di Salerno ed il correlato sistema di metropolitana.
Solo così potremo realizzare la corretta vivibilità per isole pedonali uniche al mondo e bloccare i flussi disordinati di auto e bus per flussi ordinati e ad orario di servizio di metropolitana.
Cose normali in altre città turistiche italiane e del mondo intero che necessitano di amministrazioni locali e progetti urgenti per uscire al più presto da una paralisi di decenni.

Sono interventi che però non risolvono il problema secondo le associazioni e, comunque sia, soluzioni a lungo termine. Le associazioni hanno chiesto, con una petizione che ha visto 8.500 firme, la limitazione ai bus oltre gli 8 metri, il senso unico per tutti senza deroghe, no ai tpl della Regione Campania e una ZTL. Cosa ci vuole intanto per fare questo?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe 1

    Cosa ci vuole intanto per fare questo? Ci vuole che i tredici sindaci dei tredici comuni della costiera con i circa 40mila abitanti si facciano sentire.
    Invece su circa 40mila residenti solo 8/9mila firmatari, e i commercianti ? E gli albergatori? E i ristoratori ? Evidentemente siamo bravi solo a lamentarci, evidentemente per molti questo problema non esiste. Le quantità fanno cassa.