Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento. Impossibile piantare gli alberi di arancio sul Corso Italia, troppo cemento nelle buche destinate alle piante

Sorrento. Continuano le opere per migliorare l’aspetto del centro della città, in vista dell’imminente inizio della bella stagione. Il restyling di Corso Italia che ha restituito un nuovo volto al cuore pulsante della vita sorrentina prevedeva la piantumazione dei caratteristici alberi di arancio amaro, un simbolo della città del Tasso. Pochi giorni fa le tanto attese piante sono arrivate ma l’amara sorpresa è arrivata al momento in cui si è cercato di posizionarle. Ogni tentativo è stato vano perché lo spesso strato di cemento presente nelle buche destinate ad ospitare gli alberi ha reso impossibile la piantumazione. E così i poveri alberelli per il momento restano tristemente nei loro vasi in attesa che venga escogitata una soluzione, che potrebbe essere quella di rimuovere lo strato di cemento, con tutti i costi conseguenti dell’operazione. O si penserà di sostituire gli alberi con delle fioriere? Staremo a vedere quello che accadrà.

Foto da un post di Enrico Aprea

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Arturo

    Andranno in qualche bel residence del politico locale. Abbelliranno B&B, case vacanze, ed io pago. Dovrebbero pagare le spese chi ha sbagliati il progetto o sottovalutato.Ma tanto il cittadino paga con aumento monnezza in tutti i sensi,ed altre tasse. Come al solito teniamoci per mano e difendiamoci l’ano.

  2. Scritto da Biagio Rossi

    Come si fa’ a pensare ad un’alternativa..!!! Il dirigente responsabile.. perché c’è , oppure ci sono dei responsabili?! Allora gli stessi che coprano i costi per usare martello pneumatico, rimuovere cemento , versare abbastanza terreno sano e piantare gli alberi come da contratto !! Perché continuare a passare sopra agli errori commessi da ditte/ dirigenti… che vengono pagati anche per assumersi delle responsabilità e,…anche le dovute conseguenze quando si commettono errori!! Buon lavoro