Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento, allarme slot: Comune si attiva con un nuovo regolamento

Il Comune di Sorrento ha deciso di attivarsi concretamente per contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo, in particolare quello delle slot machine. Come riportammo alcune settimane fa, in penisola sorrentina è sempre più alto l’allarme sul fenomeno della ludopatia. Tra giovanissimi che già diventano dipendenti e numeri sempre più altri degli apparecchi, i Comuni hanno cominciato a pensare a dei regolamenti.

Stando allo studio dei dati pubblicati dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli, si arriva addirittura a 116 milioni di euro spesi tra slot, bingo, Superenalotto, centri scommesse e gratta e vinci. A tanto ammonta il volume di gioco annuo quantificato nel 2017 dall’agenzia delle dogane e dei monopoli. I dati non fanno altro che confermare l’allarme ludopatia in penisola sorrentina.

Sorrento risulta la triste capolista dei sei comuni delle Penisola: Nel 2017, sono stati spesi 39,56 milioni di euro. Facendo la media, con 16mila abitanti circa, con un reddito pro capite di quasi ventimila euro, ogni residente gioca ogni anno oltre 2.400 euro. Dei 39 milioni, ben 19 – quindi la metà – riguarda le slot machine. Gli apparecchi situati in città sono 140.

Sorrento è al posto 300 della classifica degli 8.000 comuni italiani. Anche Piano di Sorrento si attesta nelle posizioni più alte della penisola. In città si gioca annualmente in media una cifra di 22 milioni di euro: ogni cittadino spende 1.702 euro. In questo caso, sono aumentati gli apparecchi a disposizione dei giocatori nonostante di recente, sono partiti i controlli per far rispettare il regolamento approvato più di un anno fa dal consiglio comunale. Il regolamento in questione prevede, tra le altre cose, anche il rispetto dei seguenti orari, ovvero dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 23.00 di tutti i giorni, festivi compresi, le apparecchiature devono essere spente, in caso in cui non ci sia la chiusura del locale.

Un regolamento simile potrebbe essere approvato anche a Sorrento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.