Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Le Rubriche di Positano News - Turismo

Ravello e Costa D’Amalfi. Turismo ed identità culturale

Le località si contraddistinguono e si differenziano fra loro, apparentemente per la conformazione morfologica, per la struttura urbanistica, per la presenza di architetture particolari e per tutto quello che è fisico e tangibile, ma meno visibilmente per la loro identità culturale.

Quel mix di storia, tradizioni, usi, costumi, lingua, cucina, etnia, abitudini, mestieri, e tutto quanto afferisce all’immateriale anche per la parte dei beni culturali intangibili, alla lunga, finisce per fare la vera differenza, in specie per le località turistiche.

Il futuro turistico della Costiera Amalfitana è sempre più legato alla capacità di conservazione della identità culturale di questi luoghi; parliamo del turismo con la T maiuscola, del turismo consapevole e slow, di quello che soggiorna per più giorni e vuole vivere e respirare atmosfere e sensazioni; non certo quello mordi e fuggi di rapina, che ti blocca la circolazione, ti invade con le sue esigenze fisiologiche, ruba qualche scatto fotografico, o meglio, qualche selfie per alimentare i suoi social, e ritorna dal nulla dal quale era partito.

Purtroppo stiamo perdendo inesorabilmente la nostra identità culturale, stiamo distruggendo il nostro bene primario; senza un progetto, inconsapevolmente, ma inesorabilmente, stiamo facendo di tutto e di più per togliere il futuro ai nostri figli. Non è facile arginare questo fenomeno perché esso è strisciante e silente, in molti casi sembra addirittura necessario; non è facile perché richiederebbe, prima, un grado di consapevolezza a tutti i livelli, dalle Amministrazioni Comunali ai singoli cittadini, passando per gli operatori economici e per le Autorità centrali, e poi, una progettualità condivisa e a 360°.

La Fondazione Ravello, attraverso la Direzione di Villa Rufolo, sta lavorando in questa direzione già da diversi anni, con azioni piccole e minuscole, ma significative; lo sta facendo nel nome di Nevile Reid e della sua responsabilità Sociale di Impresa, che tanto contribuì alla conservazione e rafforzamento della “identità culturale” di Ravello; senza pretese e presunzione, ma convinti che ciascuno dovrebbe mettere in campo il meglio di se stesso per tentare almeno di invertire una tendenza sempre più veloce ed inesorabile.

Un fenomeno che sfugge ai più e che ben esplicita i concetti di “silente”, “strisciante”, “quasi necessario”, di cui sopra, è rappresentato dalla presenza massiccia e spesso totalizzante, nelle strutture alberghiere e di ristorazione di Ravello, di personale non “indigeno”. Professionisti bravissimi nell’arte di accogliere e servire il turista, ma totalmente inconsapevoli e ignari della “identità culturale” di Ravello.

Questo fenomeno è solo uno dei mille tasselli che compongono il nostro mosaico di negatività; di sicuro non possiamo sostituire il personale occupato, ma certamente possiamo tentare di colmare un poco la loro lacuna e, forse in modo ancora più efficace, possiamo renderli consapevoli di non sapere e non conoscere un elemento importante per il loro bagaglio di professionalità. Come? D’intesa con i titolari delle strutture alberghiere la Direzione di Villa Rufolo ha organizzato due sedute d’aula per il 27 e 30 marzo p.v. sul tema “L’identità locale di Ravello”, dedicate al personale di front office degli alberghi e ristoranti.

Siamo consapevoli che è parva materia, ma siamo altrettanto consapevoli della straordinaria importanza della “doctaignorantia” di Socratica memoria. ATTENZIONE NONOSTANTE SOCRATE BEN SAPESSE DI NON SAPERE, FU CONDANNATO A MORTE.

Ravello marzo 2019

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.