Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Juve-Atletico Madrid. Non basta una vittoria, c’è bisogno almeno del 3 a 0

Più informazioni su

Questa sera all’Allianz Stadium, la Juventus  proverà a trasformare il sogno rimonta contro l’Atletico Madrid in realtà negli ottavi di finale di Champions League. Sì, ma cosa deve fare la Vecchia Signora perché ciò accada? Ci sono due strade per i bianconeri che portano ai quarti: pareggiare i conti rispetto all’andata (2-0 al 90′) e giocarsi tutto fra supplementari ed eventuali rigori, oppure chiudere la pratica nei tempi regolamentari, battendo i Colchoneros con tre o più reti di scarto (non importa il punteggio finale). Un caso questo che, in casa Atletico, si è verificato solo undici volte sulle 417 partite con Simeone in panchina, che in percentuale si traduce con il 2,63%.

SUPPLEMENTARI – E attenzione, la regola varrà anche se gli uomini di Simeone dovessero segnare nei tempi supplementari: conta il risultato finale della partita e un gol dell’Atletico nell’extra time costringerebbe Ronaldo e compagni a chiudere comunque i 120 minuti con almeno 3 gol di scarto. (In pratica, se i supplementari terminano in parità, con qualsiasi risultato diverso dallo 0-0, ai quarti di finale passano gli spagnoli).

LA STATISTICA  – Un altro dato di certo non può confortare Madama: l’81% delle squadre che hanno vinto la partita d’andata in casa per 2-0 nella fase a eliminazione diretta della Champions League hanno poi passato il turno. E’ altrettanto vero però che tre delle ultime quattro formazioni a essersi ritrovate in questa situazione sono poi state eliminate. Fondamentale comunque per i campioni d’Italia non subire gol: se così dovesse succedere, Cristiano Ronaldo e compagni sarebbero costretti a segnare almeno quattro reti.

Non proprio il compito più semplice contro una delle migliori difese di questa Champions (Oblak battuto in sole sei occasioni, ossia il medesimo score di Szczesny). La Juve inoltre non può vantare un attacco scoppiettante in campo europeo, visti gli appena nove centri (di cui cinque di Paulo Dybala) fin qui totalizzati, con CR7 fermo al gol realizzato contro il Manchester United. Questa deve necessariamente essere una serata di Ronaldo da Ronaldo se la squadra di Massimiliano Allegri vuol sperare di mantenere in vita il sogno Champions.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.