Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Le Rubriche di Positano News - Turismo

Costiera Amalfitana, cresce l’interesse del turismo cinese. La Cina intanto sorpassa l’Italia negli arrivi

Il giorno della vigilia della visita ufficiale in Italia del presidente cinese Xi Jinping, non si può non fare un punto della situazione sul mercato turistico, che mette a confronto le due “superpotenze” del settore come Italia Cina. Mentre si attende di comprendere quali saranno gli accordi del cosiddetto “Memorandum d’intenti”, che sancirebbe comunque l’ingresso di un membro del G7 nella sfera di influenza cinese, sembra che il Paese del Dragone stia manifestando enormi potenzialità nel campo turistico.

“La Cina – ha rivelato all’ANSA Damiano De Marchi, ricercatore del Ciset – Centro internazionale di studi sull’economia turistica – ha superato l’Italia per arrivi internazionali di turisti (60 milioni contro i 58,3 del Belpaese) e Pechino è diventato il 2/o aeroporto al mondo, una situazione fino a 20 anni fa impensabile. L’Italia continua a essere nella mente dei turisti cinesi, ma non sempre questo sogno diventa realtà, perché la scelta si basa anche sulla facilità di raggiungimento e la politica dei visti e l’assenza di voli diretti penalizzano moltissimo”.

Il memorandum potrebbe facilitare la circolazione di persone attraverso la Nuova Via della Seta, offrendo all’Italia un enorme potenziale di arrivi: la Cst Confesercenti ha infatti pubblicato uno studio, svelato dall’ANSA, in cui si afferma che sono oltre 130 milioni i cinesi che annualmente si recano all’estero per turismo o per lavoro. Il 13% arriva in Europa e solo una piccola parte – tra i 500 e i 600 mila – degli 1,4 milioni che visitano il nostro paese arriva direttamente in Italia. L’Istat snocciola invece altri numeri: dalla Cina si registrano 3 milioni 77 mila arrivi e poco più di 5 milioni di presenze.

I turisti cinesi e l’Italia: l’identikit

Destinazioni potenziali del mercato cinese sono i paesi europei – rivela Cst Confesercenti – con visite itineranti che includono 2-3 città per nazione, prima di ripartire per nuove mete: l’Italia è il terzo paese più visitato, Roma è seconda città europea più scelta insieme a Venezia (1 cinese su 5 pernotta in Veneto), Firenze e Milano. Le 10 destinazioni preferite sono state in ordine di visitatori: Francia, Germania, Italia, Spagna, Russia, Gran Bretagna, Svizzera, Grecia, Repubblica Ceca e Ungheria. Le prime 10 città per numero di visitatori sono Parigi, Roma, Praga, Mosca, la svizzera Interlaken, Vienna, Firenze, Venezia, Budapest e Barcellona.

Il profilo del turista medio cinese – secondo le indagini di Cst Confesercenti – è donna, con un’età media superiore ai 50 anni, con un sensibile aumento del segmento dei giovani trentenni: ama inoltre viaggiare in compagnia o con la famiglia. I viaggiatori cinesi sono interessati soprattutto allo shopping (media di 300 euro al giorno e 1500 euro per il viaggio), sono top spender e spesso alla ricerca di beni e servizi di lusso. Il turista proveniente dalla Cina è molto legato alle tecnologie, effettua i pagamenti con smartphone ed è alla costante ricerca del wi-fi, cerca personale che sappia la propria lingua o si informa su siti web in mandarino e dai servizi di mobilità locale. Oltre l’80% dei viaggi all’estero è organizzato e intermediato da tour operator. Diversa la situazione dei millennials, viaggiatori solitari che parlano inglese e che utilizzano piattaforme online o mobile per organizzare i servizi: l’80% mediamente preferisce le sistemazioni in hotel.

Costiera Amalfitana, Napoli e Pompei tra le mete in crescita

Le ultime tendenze rivelano di una ricerca indirizzata verso viaggi più esperienziali: mete alternative al mare, con caratteristiche più pittoresche e che offrono un importante patrimonio enogastronomico, si uniscono alla più nota propensione per il wedding tourism: Napoli, Pompei e Costiera Amalfitana sono le destinazioni meridionali in crescita insieme alla Sicilia, mentre nel centro nord sono preferite le colline del Chianti, i laghi del Nord e Verona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.