Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Cava de’ Tirreni, Cimitero Far West: Rubati Fiori, Recinzioni Tombe e Non Solo

Più informazioni su

A Cava de’ Tirreni neanche i defunti vengono lasciati in pace dai ladri.

Purtroppo al cimitero cittadino si sprecano gli episodi di furti di vario genere.

A denunciare le ennesime sottrazioni sono alcuni cittadini cavesi sui social.

Questa volta ad essere stati rubati sono addirittura i fiorisintetici, presenti sulle tombe.

Sono stati presi di mira recentemente anche i portalumini.

Molto probabilmente, se erano di rame, li hanno sottratti per poterli rivendere.

Ma il repertorio di furti al cimitero di Cava de’ Tirreni è davvero vasto: partiamo dai grandi classici come i vasi, che tantissime persone si sono viste portar via da loculi e tombe di famiglia.

Vengono rubati periodicamente anche i fiori freschi: pare che ci sia una signora che sistematicamente, ogni giorno, sottragga i fiori dalle tombe.

La suddetta signora, donna alta e capelli corti, sembra sia stata anche beccata sul fatto, negando addirittura l’evidenza.

Una persona che i vertici del cimitero cittadino conoscono molto bene.

E non è finita: c’è chi non ha trovato più le catene tra i pilastrini sulla tomba o la cappella di proprietà, e anche le recinzioni sono oggetto di furto.

Altri oggetti che in genere prendono sono  scope, secchi, eventuali scalette presenti anche nelle cappelle.

E non ci si è fatti sfuggire l’occasione di arraffare anche qualche statuetta di santi e/o madonne in bronzo, sempre posizionate sulle tombe.

Insomma sembra che sotto questo punto di vista il cimitero di Cava de’ Tirreni sia un vero e proprio far west.

Evidentemente non c’è una sorveglianza adeguata, e da quando i venditori di fiori si sono allontanati dall’ingresso del cimitero, cosa che poteva scoraggiare in qualche modo i malintenzionati ad entrare, la situazione è notevolmente peggiorata.

Furti al Cimitero di Cava de’ Tirreni: le Reazioni dei Cittadini

Ovviamente le reazioni dei cittadini sono le più disparate: c’è chi è ormai rassegnato ed afferma che queste cose continueranno ad accadere.

C’è chi vorrebbe “passare all’azione” e sorprendere sul fatto questi ladri, dando loro qualche bella legnata.

C’è poi chi propone di recarsi in massa dal direttore del cimitero, e chi semplicemente dopo aver subìto il furto lascia biglietti intimidatori.

Uno degli ultimi cita così:
“Spero che i fiori che stai rubando ti servano sulla tua di tomba”.

Forse chi ha lasciato il biglietto ha avuto il risultato sperato, e cioè quello di non vedersi sottrarre altro.

Possibile che non si possa arginare il fenomeno in qualche modo?

Speriamo che presto vengano presi provvedimenti.

AMALFI NOTIZIE

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.