Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Castellammare cantieristica e turismo, al varo la nave Trieste

Più informazioni su

Cantieristica e turismo crocieristico. Al centro di tutto la banchina, fondamentale per la Fincantieri nelle operazioni di allestimento della nave dopo il varo e ugualmente importante per lo sviluppo del porto di Castellammare di Stabia. Un nodo che potrebbe essere affrontato direttamente da Giuseppe Bono. Ad annunciare la sua presenza a Castellammare, prima del varo della nave militare Trieste, il prossimo maggio, è il deputato stabiese del gruppo misto Catello Vitiello durante il consiglio comunale che si è svolto ieri mattina a Palazzo Farnese. «Ho incontrato Bono nel suo ufficio dove c’è un quadro che raffigura il nostro cantiere spiega con orgoglio Vitiello , la sua presenza sarà fondamentale. Bono ha assicurato che prenderà parte a un incontro in cui illustrerà le azioni concrete per il futuro dello stabilimento. Mi ha garantito che c’è la volontà di dare un’importanza strategica all’impianto di Castellammare».
IL CONFRONTO
Secondo Vitiello il binomio cantieristica e turismo può convivere ma fondamentali restano le scelte della Regione che insieme all’Autorità portuale è tra gli enti che finanzieranno una parte degli investimenti per rendere il cantiere competitivo. Concetto che ha ribadito il sindaco di Castellammare Gaetano Cimmino. «L’obiettivo del consiglio comunale è quello di portare la Regione a un tavolo con tutti gli attori. Nel frattempo chiediamo che si tenga un consiglio regionale monotematico sullo sviluppo industriale del cantiere spiega Cimmino . In queste ore ho sentito telefonicamente Bono e gli ho manifestato il nostro impegno ad interloquire con la Regione per indirizzare nel modo più giusto gli investimenti. Lavoreremo sodo perché il punto su cui ci scontreremo saranno gli investimenti, vogliamo sapere quanto la Regione sia disposta ad impegnarsi».
IL FOCUS
E se ad incalzare la Regione ci pensa il sindaco, a pretendere risposte dal presidente dell’Autorità portuale, Pietro Spirito, sono i sindacati. Domenica, infatti, Spirito parteciperà a un convegno che si terrà in via Duilio, a pochi passi dallo stabilimento. L’occasione è un focus sullo sviluppo dell’area portuale stabiese ma non si esclude la presenza di sindacati ed operai che chiederanno notizie in merito agli investimenti per la Fincantieri, che gode delle agevolazioni previste per le zone che ricadono nella competenza delle Zes.
Gli investimenti che dovrebbero cambiare volto al cantiere prevedono l’impiego di circa 110 milioni di euro (40 investiti dall’azienda e 70 dalla pubblica amministrazione). I progetti per il cantiere sono visibili sul portale internet dell’Autorità portuale, quattro fotografie che mostrano piani di sviluppo diversi. Ma il più acclarato mostra il l’eliminazione dello scalo e la creazione di una chiatta per il varo con il ribaltamento a mare. In questa immagine si vede la nascita di un braccio che «custodisce» lo spazio per ospitare la nave, posizionata sulla chiatta galleggiante dopo essere stata varata, pronta per essere allestita. Nella stessa immagine la banchina dello stabilimento diventa dritta e con le sue misure potrebbe di fatto trasformarsi in un attracco che fa gola al turismo crocieristico. Intanto, di fronte allo stabilimento ci sono due aree portuali, una mista destinata appunto alla crocieristica e al cabotaggio commerciale e ad altri servizi generali e un’altra destinata al diportismo nautico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.