Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Amalfi, la mamma di Vincenzo il ragazzo di Ravello investito dal bus “Potrebbe capitare a tutti”. Corace, SITA “Per noi è una guerra”

Più informazioni su

Questa mattina Sabato 23 marzo alle 10.30 al bar Gran Caffè adiacente la Piazza Municipio ad Amalfi l’Associazione Nazionale “Mani Pulite”, guidata da Andrea Cretella, ha organizzato un dibattito pubblico sul dal tema “Viabilità e sicurezza in costiera amalfitana, quali provvedimenti”.

incontro ad amalfi

 

Al dibattito  era presente anche Antonella Paolillo, mamma di Vincenzo Serretiello, il giovane ragazzo vittima di un grave incidente con un pullman avvenuto ad Amalfi lo scorso anno nei pressi dell’hotel Luna, proprio a pochi metri dove morì sempre schiattata da un autobus Pina Elefante di Atrani, ma anche Positano ha una vittima schiacciata da un autobus. Dopo mesi di ricoveri e di preghiere, ora Vincenzo si trova presso una struttura ospedaliera specializzata in attesa di un nuovo intervento chirurgico.

Molto sentito il suo intervento “Bisogna dire basta a questi grandi autobus, quello che è successo nella curva dell’hotel Luna a mio figlio potrebbe capitare a tutti”

I dipendenti della SITA sono in agitazione perchè il loro lavoro diventa impossibile, all’incontro interverrà Diego Corace della CISL Trasporti “Chiediamo principalmente tre cose
1) senso unico per bus turistici 2) prevenzione e rispetto dei divieti di sosta 3) regole certe per il rilascio delle autorizzazioni alle pseudo aziende di tpl semestrali ad interesse unicamente turistico. Per noi è una guerra , diventa impossibile lavorare sulla Costiera ”

Sul canale you tube di Positanonews TV tutti i video della giornata

Intanto prosegue la petizione organizzata dalle associazioni contro traffico e mega auto bus  in Costiera amalfitana che ha superato la cifra record di otto mila firme.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe 1

    Ho partecipato a questo incontro. Ne sono uscito amareggiato; il racconto della Mamma di Vincenzo dovrebbe anzi, deve far riflettere tutti, suggerisco di allegare copia di quella lettera alle richieste che si andranno a fare alle istituzioni, al Sig. Prefetto, al Presidente De Luca, all’Anas e a tutti i politici.
    Amareggiato per una serie di considerazioni: Costiera Amalfitana, 13 Comuni, 13 Sindaci, circa 40mila residenti, solo 8/9mila adesioni alla petizione, solo 70/80 persone alla conferenza di stamattina. Le associazioni economiche assenti, giovani manco uno. La somma di queste realtà fá capire che il problema non esiste, va bene così, le autorità contano quelli che non si lamentano, quelli che non sottoscrivono, quelli che gli stà bene così.
    Ai negozianti di souvenir, ai ristoratori, agli albergatori e gestori dell’accoglienza fà piacere la quantità, importante é fare cassa…..a loro la lettera della Sig.ra Antonella Mamma di Vincenzo non fa nè caldo né freddo.