Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

A MASSALUBRENSE SI RICORDA GIUSEPPE ANTICA CATTEDRALE ORE 11.00 foto

Più informazioni su

DOMENICA DEL RICORDO E DELLA RIFLESSIONE 

Tutti coloro che  hanno conosciuto il piccolo Giuseppe possono domani con una marcia di solidarietà essere presenti per una giornata di riflessione e sensibilizzazione contro la violenza su i bambini , la parte più debole della nostra società.

Massalubrense è  un paese che sente  forte  la voglia di esprimere il proprio dolore .  Vicinanza alla famiglia e alla società civile . Una comunità  che vuole dopo un mese ricordare un bambino  che non ha potuto difendersi dalle botte   del compagno di una madre particolare e non reattiva  a comportamenti anomali e aggressivi. La violenza gratuita crea tristezza   disagi e un dramma per tutti.

Una passeggiata di solidarietà e una messa. Un corteo che muove i passi dalla scuola frequentata dal bambino fino a qualche tempo fa.  Mobilità e testimonianza di affetto a Massalubrense per Giuseppe Dorice, che la penisola sorrentina non voleva  lasciare per stare con la nonna. Noi di Positano news abbiamo riscontri che la nonna ha fatto di tutto per tenersi il bambino in penisola.  Scelta che avrebbe così probabilmente evitato la violenza e poi il destino di morte.

Domani alle 11.00 è in programma a Massa Lubrense una celebrazione eucaristica in memoria del piccolo Giuseppe Dorice, il bambino di 7 anni ucciso di botte a Cardito il 27 gennaio scorso dal compagno della madre Valentina Casa. La messa sarà preceduta da un ritrovo  di uomini e donne famiglie e  che partirà dal piazzale antistante il plesso scolastico “Don Milani” per raggiungere la Antica Cattedrale Santa Maria delle Grazie in piazza Vescovado.

L’iniziativa è stata voluta congiuntamente dal Comune di Massa Lubrense, dall’Istituto comprensivo “Luigi Bozzaotra” e dalla parrocchia Antica Cattedrale di Massa Lubrense. Un momento di riflessione profonda che l’intera Massa Lubrense vuole recitare come società dell’amicizia e dell’amore. Porsi  di fronte a seri problemi e disagi sociali  comunità civile, religiosa e scolastica per dare una forte solidarietà  a  un mese circa  dal tragico evento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.