Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sviluppo Costa d’Amalfi, società in liquidazione: marchio all’asta dopo oltre dieci anni di peripezie

La società Sviluppo Costa d’Amalfi è in liquidazione, e dopo oltre dieci anni di peripezie rimangono solo gli ultimi resti da vendere, come il marchio raffigurante la volpe pescatrice. La società mista con partecipazione maggioritaria pubblica, da anni ormai esiste solo sulla carta, lontana dai tempi in cui era destinata a diventare un soggetto responsabile per la gestione dei Patti Territoriali, in cui la Sviluppo Costa d’Amalfi doveva assumere il ruolo di Agenzia di Sviluppo Locale, attirando fondi comunitari per lo sviluppo territoriale.

Nel primo decennio degli anni duemila, la società a responsabilità limitata fu oggetto di turbolenti vicende giudiziarie: nel 2003 il Patto Territoriale ben 100 miliardi di vecchie lire dei fondi POR furono distribuiti sul territorio, dai comuni della Costiera Amalfitana, fino a Cava de’ Tirreni e Agerola. Quell’anno ci fu un’inchiesta giornalistica, condotta dal mensile E’ Costiera, che portò sotto i riflettori alcune alterazione delle graduatorie: quei fondi dovevano servire a creare mille posti di lavoro, che non videro mai la luce.

Gli esposti alla Procura della Repubblica partirono dal Comune di Maiori, allora amministrato da Stefano Della Pietra, che denunciò l’inserimento di alcune società nelle graduatorie in un secondo momento: nell’inchiesta degli organi inquirenti finì anche Raffaele Ferraioli, all’epoca dei fatti presidente della Comunità Montana Penisola Amalfitana e presidente e amministratore delegato dal 2001 al 2005 della società Sviluppo Costa d’Amalfi, nonché sindaco di Furore.

Il marchio di proprietà della società a responsabilità limitata è in vendita attraverso un’asta pubblica a mezzo di offerte segrete e ad unico incanto, con valore di base da 20mila euro. L’asta scade il 15 gennaio 2019 alle ore 12: i plichi per partecipare all’asta potranno essere presentati a mano, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento o mediante corrieri privati o agenzie di recapito debitamente autorizzati nell’attuale sede della Sviluppo Costa d’Amalfi s.r.l. in liquidazione, c/o Comune di Cava de’ Tirreni, Piazza E. Abbro n. 1, presso l’ufficio protocollo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.