Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Capri al voto, il decalogo degli imprenditori: basta sbarchi selvaggi

Capri. Mancano poco meno di quattro mesi alle elezioni, a Capri in via Krupp pubblicano regole speciali per il commercio in piazzetta e no “all’anarchia degli sbarchi”. Secondo quanto riportato da Metropolis, l’associazione “Capri Excellence” stila il “decalogo” delle idee da portare avanti per il futuro dell’isola azzurra. Gli imprenditori isolani hanno redatto le dieci proposte programmatiche «in vista delle prossime elezioni nel 2019 per contribuire al dibattito che si aprirà sulle scelte prioritarie da adottare ed intraprendere per il futuro della nostra comunità». E se Ciro Lembo e Marino Lembo, sindaco e vicesindaco della precedente legislatura sembra abbiano firmato un “patto”, un contratto con il quale presentarsi insieme agli elettori per la prossima tornata elettorale, anche “Capri Excellence” scende a suo modo in campo sottoponendo «vari temi all’attenzione delle forze politiche e amministrative che si presenteranno nella competizione elettorale onde poter arrivare ad una piattaforma programmatica il più possibile condivisa e rappresentativa della società civile del nostro comune».

Al primo posto del manifesto delle dieci idee una sorta di numero chiuso che Capri Excellence chiama “soglia di assorbimento” chiedendo di stabilire un «numero massimo di persone che possono sbarcare sull’isola in una giornata». In questa ottica, secondo gli imprenditori isolani, andrebbe anche una «disciplina dei collegamenti marittimi tesa a contingentare e limitare le corse e a disciplinare e contenere l’anarchia degli sbarchi provenienti, specie, dalla penisola sorrentina con lo sfruttamento selvaggio del perimetro marino dell’isola». Nel “programma politico” di Capri Excellence, inoltre, l’istituzione dell’Area Marina Protetta Isola di Capri e l’adozione di «concreti provvedimenti tesi a disciplinare e limitare il traffico veicolare privato sulle strade».

Attenzione anche al sempre attuale tema della sanità all’ombra dei Faraglioni, poi, con la proposta di «accorpamento dell’ospedale di Capri ad una efficiente struttura ospedaliera di Napoli con l’attuazione della rotazione del personale e il loro pieno impiego tecnico e funzionale». E ancora, cultura e turismo per il futuro della terra amata dall’imperatore Tiberio attraverso una «cogestione della Certosa di San Giacomo, l’istituzione del Museo sulla Storia dell’Isola, il recupero dell’Archivio Storico del comune di Capri e l’istituzione della Pinacoteca museale di Capri». Infine da Capri Excellence, in previsione delle prossime elezioni comunali arriva la proposta di elaborazione di un «piano regolatore dei sentieri e dei percorsi», di un piano commercio particolareggiato per la piazzetta di Capri, del recupero e della conservazione della «natura pubblica e gratuita dei parchi comunali e di via Krupp» e di un «controllo sulla diffusione delle strutture extralberghiere».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.