Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Strasburgo spari al mercatino di Natale, anche italiani sul posto. Sono almeno 4 i morti, l’attentetore islamico

Terrore e morte in un mercatino di Natale a Strasburgo: SONO ALMENO 4 I MORTI E 20 FERITI. Secondo una prima ricostruzione, un uomo - identificato poi con il nome di Cherif C., di 29 anni, radicalizzato  - ha aperto il fuoco sulla folla nel centro della città, verso le 20.

Più informazioni su

Strasburgo spari al mercatino di Natale, anche italiani sul posto . La sparatoria è avvenuta questa sera, Martedì , intorno alle 20 c’è stata una sparatoria nel centro di Strasburgo, in Francia, nei pressi del mercatino di Natale, come confermato sia dal sindaco della città, Roland Ries, che dal vice sindaco, Alain Fontanel.

Strasburgo spari al mercatino di Natale

Secondo i vigili del fuoco e una fonte della prefettura citata da Agence France-Presse ci sono un morto e sei feriti. Si tratta tuttavia di un bilancio provvisiorio.
Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, in diretta con Sky ha parlato di tre “attacchi concentrici in centro” che avrebbero fatto quattro vittime: “pare che i morti siano quattro”, ha detto.

Anche il quotidiano locale l’Alsace, citando fonti del comune di Strasburgo, dice che il numero delle vittime sarebbe più alto, cinque, ma non ci sono conferme ufficiali.

Secondo il sindaco di Strasburgo, Roland Ries, e fonti della polizia il presunto autore della sparatoria è ancora in fuga. Ries ha invitato la popolazione a restare in casa. Ecco cosa dice l’ ANSA

 PRIMI SOCCORSI IL VIDEO

Terrore e morte in un mercatino di Natale a Strasburgo: SONO ALMENO 4 I MORTI E 20 FERITI. Secondo una prima ricostruzione, un uomo – identificato poi con il nome di Cherif C., di 29 anni, radicalizzato  – ha aperto il fuoco sulla folla nel centro della città, verso le 20.  I colpi sarebbero stati esplosi in rue des Grandes-Arcades. Il centro città è stato bloccato per un raggio di 200 metri attorno alla piazza Gutenberg. Il killer sarebbe asserragliato in un quartiere della città e sarebbe in corso un blitz della polizia.

Oltre ai due morti, secondo la prefettura di Bas-Rhin ci sono sette gravi tra gli undici feriti. Invece il bilancio è di almeno 4 morti, secondo “fonti concordanti” citate da Bfm-tv. Anche fonti ospedaliere citate dal sito Dna (Dernieres nouvelles d’Alsace) parlano di quattro morti e cinque feriti gravi.

Da Parigi a Nizza a Berlino, gli attentati più sanguinosi

IL VIDEO la zona dell’attentato

La polizia ha sfondato la porta di un edificio al numero 5 di rue de l’Epinal, nel quartiere Neudorf. 
Lo riferisce il sito Dna. “Non ti serve a nulla barricarti”, ha gridato un agente, scrive Dna.

Una seconda operazione di polizia è in corso a Place Broglie, nel centro storico di Strasburgo. 
Lo rende noto il sindaco della città affermando che “c’è un secondo sospettato” che sarebbe implicato nella sparatoria.

 L’area intorno al centro storico è stata blindata. Il Comune di Strasburgo invita la cittadinanza a restare chiusi dentro casa.

Il killer era noto come “criminale comune”, anche se poi era stato segnalato come ‘radicalizzato’, ha detto il ministro dell’Interno Christophe Castaner, citato da France Info. La stessa emittente ha detto che l’attentatore avrebbe agito con un’arma automatica ed un coltello. Stando a Le Parisien, l’autore della sparatoria sarebbe nato nella città alsaziana il 4 febbraio 1989.

L’uomo sospettato di avere aperto il fuoco sui passanti era sfuggito all’arresto stamane durante una perquisizione nella sua abitazione, secondo quanto riferisce Bfm-Tv. L’operazione era stata organizzata nell’ambito di un’inchiesta per rapina. Secondo la stessa fonte, l’uomo, nato a Strasburgo, risiede nel quartiere di Neudorf, dove è ora circondato dalle forze di sicurezza.

Iniziano a circolare sul web i video girati da testimoni oculari dei momenti successivi alla sparatoria. Nelle immagini postate su Youtube con il titolo ‘Attentat a Strasbourg, coups de feu’, riprese con un cellulare da un balcone o da una finestra di un piano alto, si vede una persona stesa in terra, immobile, e altri che corrono e fuggono urlando. In altri video, che iniziano a essere ripresi anche dai media internazionali, si sentono distintamente gli spari.


L’unità di crisi della Farnesina raccomanda agli italiani di evitare la zona del centro storico. In un tweet, si consiglia inoltre ai connazionali di seguire le indicazioni delle autorità locali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.