Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Cava de Tirreni, droga e vandali alla Villa Comunale protesta delle mamme

Più informazioni su

Cava de Tirreni . Ragazzini che si appartano per scambiarsi la dose. Altri che fumano erba a pochi passi dalle panchine e dal tavolino circondato dalla gabbietta in ferro un tempo usato dagli anziani per lo scopone. E poi rifiuti abbandonati fuori dai cestini. E la facciata dell’ex Club Universitario di nuovo vandalizzata: scritte in nero che imbrattano le pareti da poco imbiancate. Questo lo scenario della villa comunale di via Crispi come viene descritta da alcuni cittadini.
LA RABBIASono giovani madri e genitori che lanciano l’allarme un po’ per la rabbia di non poter utilizzare uno spazio pubblico per far passare del tempo ai loro figli piccoli, ma soprattutto per paura. «Un mix di inciviltà e deliquenza – dicono alcune madri – Siamo davvero sconcertate come sia diventata la villa e il leggendario Cuc. Di sera abbiamo visto tossici appartarsi, chi fuma spinelli. E poi ci sono i rifiuti gettati in strada invece che nei cestini o cassonetti». Si tratta di una zona assolutamente centrale eppure, a detta dei residenti, sarebbe diventata un luogo per compiere illeciti, specie spaccio di droga. «Siamo alle solite, ci vogliono maggiori controlli – sbottano le mamme del centro – Negli anni passati, soprattutto per le nostre generazioni, il Cuc era un monumento. Ora vedere la facciata imbrattata è un colpo al cuore anche perché da poco è stata rifatta». La richiesta esplicita non è solo di controlli, ma di pene più severe.
LE REGOLE«Dalla spazzatura gettata a terra allo spaccio le pene devono essere più severe altrimenti si continua ad infrangere qualsiasi tipo di regola». Già in passato la villa comunale di via Crispi è stata sotto la lente di ingrandimento delle forze di polizia che hanno scoperto scambi illeciti. Oggi l’allarme sembra ripetersi con l’aggravante di forme di inciviltà che rischiano di minare il patrimonio paesaggistico. «La zona che è prospiciente all’ex Cuc (Club Universitario Cavese) è posta sotto sorveglianza della polizia locale così come della polizia di Stato e dei carabinieri – spiega l’assessore alla sicurezza Giovanni Del Vecchio – Abbiamo avuto segnalazione di attività illecite che si svolgerebbero nell’area indicata. Da parte mia ho chiesto al comandante dei vigili urbani di intensificare i controlli, inserendoli nei turni di servizio» E precisa: «Siccome si tratta di attività di consumo e soprattutto di spaccio di sostanze stupefacenti ho interessato il comandante della tenenza Vincenzo Pessolano e il nuovo vicequestore Imma Acconcia che, in qualità di forze dell’ordine, sono deputate al contrasto di questi fenomeni». Ma non solo. «Su sollecitazione del presidente del forum dei giovani, Ventre, stiamo pensando all’opportunità di installare una telecamera di videosorveglianza nell’area circostante sia come deterrente sia per finalità repressive». I rifiuti abbandonati in strada così come le scritte vandaliche spingono ad un unico invito: «Sì a controlli e multe, ma siamo di fronte a fenomeni di inciviltà».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.