Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

LUIGI CELENTANO SCOMPARSO DA META DI SORRENTO (NA), DOVE E’ FINITO? CI SCRIVE LAURA SCIARRINI

Scrive a Positanonews Laura Sciarrini chiedendoci di pubblicare questo appello. Il nostro giornale non è mai venuto meno, ad ogni anniversario abbiamo sollecitato anche gli altri media a parlarne,  e continueremo a farlo.

LUIGI CELENTANO SCOMPARSO DA META DI SORRENTO (NA), DOVE E’ FINITO?
#luigicelentano #luigicelentanodovesei #luigicelentanononsmettiamodicercarlo #nobullismo #stopbullismo #stopomofobia #chilhavisto #leiene #giuliogolia
POTREBBE ESSERE UN NOSTRO AMICO, UN FRATELLO, UN FIGLIO.

Luigi Celentano (diciotto anni al momento della scomparsa):
Domenica 12 febbraio 2017 residente a Meta di Sorrento, scende dal letto in tarda serata, intorno alla mezzanotte, si veste e si dirige a piedi verso casa dello zio Franco, fratello di suo padre a Vico Equense
Alle 01:54 Luigi viene fermato da una pattuglia dei carabinieri che gli chiedono dova stia andando a quell’ora. Afferma di star andando a pescare con degli amici. Luigi mostra i documenti, il cellulare e venti euro. Arriva a casa dello zio intorno  alle 2:00 agitato ed in stato confusionale.
Prega lo zio di portarlo “fuori”, via di li, perchè lo stanno minacciando di morte. Poi in pochi minuti fugge via.

La madre afferma che il pomeriggio del  giorno prima, aveva trovato Luigi che voleva fare la valigia e andare via, perchè minacciato di morte. Lei gli chiede dove può andare senza soldi…e lui risponde che pur non avendo soldi, avrebbe avuto almeno una possibilità (si da per scontato che le minacce provengano dai bulli di Piano di Sorrento, denunciati in precedenza, i quali anche in dieci persone, avevano fermato Luigi, denudato, umiliato fino ad arrivare a rompergli un braccio). Bullismo, omofobia.
La madre afferma anche di aver trovato la sim telefonica strappata (ma Luigi aveva il cellulare con sé la notte della scomparsa, con quale sim inserita? E perchè avrebbe dovuto distruggere un’altra sim?).

In realtà, si viene a sapere che Luigi, quattro giorni prima di sparire, denuncia per minacce di morte il suo patrigno Gennario (ingiurie e minacce di morte verso di lui e verso sua madre).
Il patrigno nega le minacce, affermando che si trattasse di “piccoli” litigi (per la ricerca di un lavoro…). La sera della scomparsa, il patrigno afferma di essere rimasto in casa a dormire, come testimone la madre di Luigi.

Ne web girava un messaggio vocale, di un uomo che afferma di essere il padre di Luigi, che dice di farsi gli affari propri e di lasciar stare…ma è davvero il padre di Luigi?
La madre afferma di aver ricevuto dei messaggini con dei cuori spezzati, come anche il fratellastro più piccolo di Luigi; chi è ad aver inviato quei messaggi?

Luigi sembra aver almeno due profili Facebook (il principale con 23 gruppi, di cui solo 18 visibili. Quali sono i gruppi non visibili e di cosa si parla?), un profili Instagram, un profilo Twitter, un profilo Ask (molto “attivo”), e forse un profilo Vk.

Un mese prima di sparire, posta sul suo profilo principale Facebook il seguente codice:
464 889 3144 6354 6373
Cosa significa?

Sono state verificate tutte il sim a lui intestate, comprese quelle in uso, o quelle in cui è inserito come reale utilizzatore? Quali i sui numeri salvati, i sui contatti telefonici, frequenza, e ultime conversazioni? Quale cella ha agganciato il cellulare nelle ore della sua sparizione?
Sono stati esaminati i suoi profili web e le relative chat? Luigi aveva un pc? Ed in caso è stato esaminato?

Dove può andar un ragazzo con soli venti euro? Allontanamento volontario…a seguito di minacce di morte? Si è suicidato per disperazione? E’ morto a causa di un incidente mentre fuggiva da qualcuno? E’ stato ucciso e fatto sparire? Ma dove è il suo corpo? E se è vivo, perchè non informa le forze dell’ordine?

Luigi se stai bene, contatta Polizia o Carabinieri!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.