Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento Jazz con Mi illumino d’ Inverno Virginia Sorrentino, Larry Franco, Tony Esposito dal 21 al 23 dicembre foto

Sorrento Jazz con Mi illumino d’ Inverno Virginia Sorrentino, Larry Franco, Tony Esposito dal 21 al 23 dicembre ancora iniziative di grande attrattiva e qualità del Comune di Sorrento per il periodo di Natale SORRENTO JAZZ Festival Internazionale 18a Edizione PENISOLA SORRENTINA FESTIVAL SUONI DI NATALE per M’ILLUMINO D’INVERNO Date di svolgimento 21-22-23 dicembre 2017 […]

Più informazioni su

Sorrento Jazz con Mi illumino d’ Inverno Virginia Sorrentino, Larry Franco, Tony Esposito dal 21 al 23 dicembre ancora iniziative di grande attrattiva e qualità del Comune di Sorrento per il periodo di Natale

SORRENTO JAZZ Festival Internazionale 18a Edizione
PENISOLA SORRENTINA FESTIVAL
SUONI DI NATALE
per M’ILLUMINO D’INVERNO
Date di svolgimento 21-22-23 dicembre 2017
Chiesa della SS.Annunziata ORE 19,00
INGRESSO LIBERO

21 dicembre 2017 ORE 19,00
Chiesa della SS.Annunziata
INGRESSO LIBERO

VIRGINIA SORRENTINO TRIO
Feat Pietro Condorelli

Virginia Sorrentino voce
Marco de Tilla contrabbasso
Pietro Condorelli Chitarre

REPERTORIO

– AMAZING GRACE (J.Newton)
– OH HAPPY DAY (Hawkins)
– LET IS SNOW (Cahn / Styne)
– THE CHRISTMAS SONG (Tormé / Wells)
– WHWN THE SINTS GO MARCHIN’IN (traditional)
– SANTA CLAUS IS COMING TO TOWN (Gillespie / Coots)
– MACK THE KNIFE (Weill / Brecht)
– GOD BLESS THE CHILD (Holiday / Herzog)
– IT’S WONDERFUL (Gershwin)

NOTE BIOGRAFICHE
VIRGINIA SORRENTINO
jazz trio
special guest PIETRO CONDORELLI

Un trio intimo, ma allo stesso tempo esplosivo, dove ritmo, passione, divertimento e amore sono messi al servizio della musica e del suo pubblico. Il trio esplora svariati stili del mondo del jazz attraverso brani provenienti dai diversi generi di quest’ambito musicale. Protagonista della serata è la melodia, sempre evocativa e proveniente da diverse parti del mondo. Le canzoni d’autore, sotto forma di blues, fast swing, bossanova o gipsy, metteranno in mostra le straordinarie capacità tecniche e artistiche di Pietro Condorelli alla chitarra, Virginia Sorrentino alla voce e Marco de Tilla al contrabbasso.
Virginia è una cantante molto versatile che spazia dal jazz al soul al pop (recente la sua collaborazione teatrale con Massimo Ranieri e Ciro Caravano dei Neri X Caso). Ha collaborato con diverse orchestre jazz campane in Italia e all’estero, partecipando a numerosi Festival e Rassegne Jazz in Italia ed Europa, tra cui UMBRIA JAZZ, Copenhagen Jazz Festival, Le Mans Jazz Festival, Festival dei due mondi di Spoleto, Terni Jazz… ricevendo apprezzamenti anche da artisti come Diane Schuur, Toots Thielemans, Pat Metheny, Roberta Gambarini che le attesta stima in un articolo. E’ stata inserita nel prestigioso CD “100% Frank” della rivista nazionale “Musica JAZZ” (mese di dicembre 2015) come tributo al grandissimo Frank Sinatra, affianco ad artisti come Ornella Vanoni, Mario Biondi, Christian De Sica, Paolo Fresu, Gianluca Guidi, Ronnie Jones, Bobby Solo… Diverse le sue collaborazioni discografiche svolge attività didattica come vocal coach. Dopo diverse apparizioni televisive su reti nazionali e varie collaborazioni discografiche (2 dischi con l’orchestra Jazz dell’università degli studi di Salerno in cui milita per 12 anni) ha ultimato il suo primo cd (La voglia, la pazzia – 2013) assieme all’ hammondista Antonio Caps. Nel 2015 è stata insignita, per la sua attività jazzistica, del Premio “Naples in the world” XVIII edizione tenutosi a Ravello, insieme a Sebastiano Somma ed altri.
Pietro è uno dei migliori chitarristi jazz italiani; dopo aver ottenuto il diploma in chitarra classica e una laurea al DAMS, dal 1980 svolge attività concertistica e professionale sia in Italia che all’estero. Ha collaborato con importanti esponenti del jazz internazionale come Lee Konitz, Paolo Fresu, Franco Cerri, Giulio Capiozzo, Gary Bartz, George Cables, Jimmy Wood, Fabrizio Bosso, Charles Tolliver, Bob Mover, Franco Cerri, Maria Pia De Vito ecc. Ha collaborato stabilmente, dal 1994 al 1996 con gli AREA, noto gruppo jazz e progressive rock. Nel 1997 ha vinto il referendum della critica “Top jazz” (Musica Jazz) come miglior nuovo talento. Tra gli album pubblicati, da ricordare Guitar Style Journey’ (1996), On my browser (1998), Quasimodo (2000), Easy (2005). Nel 2011 si aggiudica la prima posizione – categoria “chitarra jazz” – del Jazzit Award 2011, concorso indetto dalla rivista musicale Jazzit. Oltre alla carriera musicale ha al suo attivo un’intensa attività didattica, avendo svolto il ruolo di interprete e co-docente in seminari di diversi chitarristi di fama internazionale come Mike Stern, Mick Goodrick, Jim Hall. È da anni titolare della cattedra di jazz presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. . Ha partecipato nel 2001 a Sorrento Jazz con il suo trio
Marco si diploma con lode in Musica Jazz al Conservatorio S.P. a Majella di Napoli e al Conservatorio Cimarosa di Avellino e partecipa a numerosi seminari con musicisti di fama internazionale quali Dave Holland, Larry Grenadier, Bruno Tommaso, Paul Jeffrey, Dick Oatts. Sideman molto richiesto, suona abitualmente in formazioni distinte, dal trio alla big band, collaborando con affermati musicisti tra cui Norma Winstone, Sara Jane Morris, Paolo Fresu, Antonio Faraò, Chuck Findley, Javier Girotto, Gabriele Mirabassi, Maurizio Giammarco, Flavio Boltro, Tullio De Piscopo, Pino Iodice, Francesco D’Errico, Giuliana Soscia. Registra 3 CD a suo nome e quasi 40 collaborazioni discografiche al fianco di musicisti come Adam Rudolph, Emanuele Cisi, David Alan Gross, Pietro Condorelli, Daniele Scannapieco, Francesco D’Errico, Vincenzo Saetta ecc. Nel 2003 la formazione Marco de Tilla 4et vince il concorso “Salerno Music Doors” (in giuria Steve Grossman) aggiudicandosi primo premio e premio della critica. Ha insegnato per alcuni anni Contrabbasso e Basso Elettrico nella classe di Jazz del Conservatorio di Napoli.

——

22 dicembre 2017 ORE 19,00
Chiesa della SS.Annunziata
INGRESSO LIBERO

LARRY FRANCO TRIO
Feat DEE DEE JOY
“Unforgetable: Natalie & Nat King Cole”

Larry Franco pianoforte e voce
Guido di Leone chitarra
Ilario De Marinis contrabbasso
Dee Dee Joy voce e brushes

REPERTORIO
– ROUTE 66 (Troup)
– NAT KING COLE (Pogliotti)
– CAPUCCINA – PERMETTETE SIGNORINA (Pallavicini-Massara)
– SOPHISTICATED LADY (Ellington)
– I’M IN THE MOOD FOR LOVE (Mc Hugh)
– WALKING MY BABY BACK HOME (Ahlert-Turk)
– NON DIMENTICAR (Redi)
– TENDERLY (Gross)
– EXACTLY LIKE YOU (Mc Hugh)
– HAVE YOURSELF A MERRY LITTLE CHRISTMAS (Martin-Blane)
– SANTA CLAUS IS COMING TO TOWN (Gillespie-Coots)
– LET IT SNOW (Cahn-Styne)
– SILENT NIGHT (Gruber-Mohr-Young)
– WHITE CHRISTMAS (Berlin)
– IT’S ONLY A PAPER MOON (Arlen)
– ORANGE COLORED SKY (DeLugg-Stein)
– WHEN I FALL IN LOVE (Young)
– FRIM FRAM SAUCE (Richardel)
– UNFORGETTABLE (Irving)


NOTE BIOGRAFICHE
UNFORGETTABLE NATALIE & NAT KING COLE

e’ il nuovo progetto musicale di Larry Franco che insieme a Dee Dee Joy ed al suo storico trio con Guido Di Leone e Ilario De Marinis vuole ricordare Nat King Cole e Natalie Cole, figlia del grande Nat, scomparsa da poco. Una serata di canzoni d’amore arrangiate per due voci e trio drumless che suona nello stile di Nat King Cole. Una serata indimenticabile da … Non dimenticar !

Larry Franco
– Best Italian Jazz Singer 2008 by Italian Jazz Awards
– Premio alla Surrentum Eventi nel 2013.
– Docente di Canto Jazz presso Il Conservatorio G.Paisiello di Taranto

Intraprende lo studio del pianoforte a sei anni. La sua carriera musicale comincia come cantante di Big Band. Ha cantato per radio e televisioni Nazionali ed estere. E’ vissuto a Los Angeles dal 1994 al 1995 ed è stato pianista fisso di Nicola Arigliano dal 1997 al 1998 da cui è nato il suo amore per lo Swing Italiano. Dal 1997 ad oggi porta in giro per il Mondo i suoi gruppi ed i suoi progetti esibendosi nei maggiori Festival Jazz Internazionali e suonando per Istituti Italiani di Cultura, Consolati ed Ambasciate per da loro è stato definito “Ambasciatore del Jazz Italiano nel Mondo”. Si è esibito in Giappone, Australia, Indonesia, Hong Kong, India, Turchia, Emirati Arabi, Grecia, Albania, Romania, Bulgaria, Ungheria, Svizzera, Germania, Francia, Inghilterra, Belgio, Svezia, Marocco, Tunisia, Etiopia, Cuba, Stati Uniti. Ha inciso 16 Cd a suo nome e una decina come ospite. Renzo Arbore nelle note di copertina del suo ultimo cd, lo ha battezzato come l’unico vero successore di Nicola Arigliano in Italia. Dal 2013 è il Docente della Cattedra di Canto Jazz presso il Conservatorio G.Paisiello di Taranto.
Ha collezionato tre presenze in costiera: Nel 2009 per il 10° anniversario di Sorrento Jazz, nel 2010 per Sorrento Jazz Winter e nel 2013 per Penisola Sorrentina Festival
L’immagine può contenere: 4 persone, persone che sorridono, spazio al chiuso
Nessun testo alternativo automatico disponibile.

——

23 dicembre 2017 ORE 19,00
Chiesa della SS.Annunziata
INGRESSO LIBERO

TONY ESPOSITO EXPERIENCE
Feat. Marco Zurzolo, Pippo Matino, TRIO DI NAPOLI

Tony Esposito voce e percussioni
Marco Zurzolo sassofoni
Lino Pariota tastiere e voce
Pippo Matino basso
Claudio Romano batteria

REPERTORIO
-NAPUL’E’’ (Pino Daniele)
-A ME ME PIACE O BLUES (Pino Daniele)
-YES I KNOW MY WAY (Pino Daniele)
-CHI TENE O MARE (Pino Daniele)
-KALIMBA DE LUNA (Esposito, Amoruso, Malavasi, Di Franco)
-PAGAIA (Esposito)
-ROSSO NAPOLETANO (Esposito)
-SINUE’ (Esposito)
-SURRENTUM JAZZ (Esposito)
-PASTORIUS (Esposito)
-A NIGHT IN TUNISIA (Dizzy Gillespie)
-PASSIONE (Libero Bovio))
-INDIFFERENTEMENTE (Salvatore Mazzocco, Umberto Martucci)
-A RUMBA D’E SCUGNIZZE (Raffaele Viviani)
-SCETATE (Pasquale Russo, Ferdinando Costa)


NOTE BIOGRAFICHE
In TONY ESPOSITO EXPERIENCE il percussionista napoletano presenterà un progetto musicale che si muove su un piano tecnico ben definito ma comunque libero e aperto, dove la voce si inserisce come linea guida e gioca con le tastiere e gli effetti. Insomma Esposito ci porterà per mano nel sound metropolitano di una Napoli moderna piena di ritmi. Nel concerto Tony suonerà alle percussioni elettroniche con Lino Pariota keyboard e voce, e da Claudio Romano alla batteria, Pippo Matino al basso e Marco Zurzolo ai sassofoni. Fonte IL MATTINO Caserta

TONY ESPOSITO
La musica di Tony (il cui vero nome è Antonio) Esposito è ispirata a sonorità provenienti da molti Paesi del mondo, mescolate con ritmi tribali e melodie tipiche della musica partenonea.
L’originalità del suo approccio si può ritrovare nell’invenzione di strumenti unici come il tamborder, suono onomatopeico di uno dei suoi più famosi brani, “Kalimba de Luna”, di cui i Boney M. pubblicarono quasi contemporaneamente una cover in lingua inglese.
Prima di affacciarsi all’attività discografica in proprio, Toni (Tony) Esposito ha contribuito, durante gli anni settanta, al “sound ritmico” di diversi artisti italiani quali: Pino Daniele, Edoardo Bennato, Alan Sorrenti, Juan Lorenzo, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Gino Paoli, Roberto Vecchioni, Francesco Guccini, Eugenio Bennato, Claudio Rocchi, Mauro Pelosi. Insieme a Tullio De Piscopo, James Senese, Joe Amoruso, Rino Zurzolo e Fabio Forte, ha contribuito a coniare il termine “blues metropolitano ” che trova uno dei punti di massima espressione artistica nell’album di Pino Daniele Vai mò del 1981. �Questo gruppo di già citati musicisti, insieme a molti altri dell’hinterland partenopeo (fra i quali Ernesto Vitolo e Gigi de Rienzo, Robert Fix, Mark Harris), verranno considerati per molti anni i capostipiti ed i punti di riferimento della cosiddetta “Napoli-power “(il nuovo sound blues – rock metropolitano ove si innestano funky-jazz e world-etnica).
Negli stessi anni ed in quelli a seguire Esposito ha collaborato con diversi musicisti internazionali tra i quali: Don Cherry, Paul Buckmaster, Don Moye, Gato Barbieri, Eumir Deodato, Brian Auger, Gilberto Gil, Eddie Blackwell, Billy Cobham, Moncada, Gema Quatro, Seydou Kienou, Naná Vasconcelos e molti altri ancora.
Nel 1975 esce il suo primo LP da solista con l’etichetta discografica Numero Uno: Rosso Napoletano. L’anno successivo esce il suo secondo LP: Processione sul mare.
Dopo l’uscita del suo terzo album, Gente distratta, nel 1977, gli viene assegnato il Premio Critica Italiana della Musica.
Nel 1978 pubblica il suo quarto lavoro discografico, La banda del sole (con etichetta Philips), che prelude alla sua partecipazione al “Montreux Jazz Festival” con il jazz-rock group italiano Perigeo (Tommaso-Biriaco). Due anni dopo (1980), è ancora ospite al “Montreux Jazz Festival” con una sua formazione, il “Tony Esposito Group”.
Nel 1982 compone per Domenica in (RaiUno) la sigla “Pagaia” (inserita nell’album Tamburo – etichetta Bubble); è l’inizio, per lui, di un boom discografico. Finisce il momento sperimentale ed inizia la composizione di musica più commerciale. Infatti, per due anni di seguito, vince Un disco per l’estate, nel 1984 con Kalimba de luna (inserita nell’album Il grande esploratore – etichetta Bubble”) e nel 1985 con As To As (contenuta nell’album Tony Esposito, sempre per la medesima etichetta discografica).
Alla fine del 1985 riceve il “Premio critica discografica” con “Kalimba de Luna” per gli oltre 5 milioni di copie vendute nel mondo, ed il prestigioso premio “Disco d’oro” in Venezuela/Benelux.
Al di là delle sue capacità artistiche, tecniche e di composizione, i suoi successi, nelle canzoni, si debbono anche alla sempre viva collaborazione negli anni ottanta, con il coautore e cantante indimenticato di quei grandi successi nonché amico fraterno Gianluigi Di Franco (scomparso prematuramente nel 2005). Di Franco, medico, psichiatra, musicoterapeuta, è stata una delle voci più interessanti della musica italiana contemporanea, creatore di un particolare modo di interpretare il canto, tuttora difficilmente riscontrabile in altri cantanti. Di Franco fu una delle pochissime voci delle hit italiane esportate all’estero negli anni ottanta. Tony Esposito, avvalendosi dell’ugola raffinata e sensuale di Gianluigi in brani come Kalimba de luna, As tu as e Sinuè, riuscirà a scalare le classifiche. Nei primi posti delle classifiche di tutta Europa troviamo, inoltre, in quel periodo, il singolo Papa Chico.
I suoi brani sono stati “reinterpretati” da molti degli artisti più importanti degli anni settanta, fra cui i Boney M. Partecipa a tre edizioni del Festival di Sanremo, nel 1987 con “Sinuè”, nel 1990 al fianco di Eugenio Bennato con “Novecento aufwiedersehen” e nel 1993 con i Ladri di Biciclette con “Cambiamo musica”, ottenendo sempre un buon riscontro commercial-discografico.
Nel 1989 gli viene conferito il “Nastro d’Argento” per la colonna sonora del film Un complicato intrigo di donne vicoli e delitti di Lina Wertmuller.
Compone poi, nel 1990, la sigla del programma televisivo “Serata Mondiale”, dedicato ai Mondiali di calcio, ed ancora, nel 1992, la sigla delle Colombiadi, o “Columbus Games”.
Nel 1996, poi, firma la colonna sonora di Storie d’amore con i crampi, film di e con Pino Quartullo, con Chiara Caselli, Sergio Rubini e Debora Caprioglio.
Nel 1997 Tony Esposito è l’unico italiano chiamato ad esibirsi al “Festival della gioventù” de L’Avana, a Cuba. Nello stesso anno, ad agosto, Tony Esposito è ancora l’unico italiano che si esibisce al “Rock in Rio”, a Rio De Janeiro, insieme al mitico Gilberto Gil. L’anno successivo, poi, è ospite al Sambodromo di Rio de Janeiro, nella serata finale del carnevale più importante del mondo.
Dopo una lunga pausa dedicata a molti concerti dal vivo, nel 2003 pubblica il CD Viaggio Tribale, lavoro partorito dopo un lungo girovagare per i paesi del Mar Mediterraneo.� Ma è soprattutto nella melodia saggia e contemporanea di Franco Battiato, nel canto rock metropolitano di Edoardo Bennato, nel jazz-sound del contrabbassista Wayne Dockery, nelle old-afro-melody dei Gregg Brown (Osibisa), e nei virtuosi assoli chitarristici di John Tropea, che Tony Esposito trova gli stimoli che gli permetteranno di ritrovare quel sound inconfondibile che ha creato negli anni il fenomeno del biondo partenopeo “King of percussion”.

“TRIO DI NAPOLI“
MARCO ZURZOLO – PIPPO MATINO – CLAUDIO ROMANO

Marco Zurzolo sax alto
Pippo Matino bass
Claudio Romano drums
“Napoli… insieme alla gente che la abita è per noi un grande stimolo per le nostre composizioni e la nostra creatività. L’energia che trasmette questa città nel bene e nel male è immensa e noi nel nostro piccolo rubiamo giorno dopo giorno ogni emozione, la sua poesia, la sua eleganza e la sua immensa tradizione trasformando il tutto in musica, così da non poter essere mai confusi con nessun altro musicista di un’altra terra.”

Il “TRIO DI NAPOLI” nasce con uno scopo ben preciso: rappresentare Napoli in maniera corretta, rispettandone i suoni, i colori e la sua immensa tradizione. In questo concerto proponiamo una musica basata sulla fusione di suoni e linguaggi diversi, dal Jazz alla musica e alla Canzone tradizionale di Napoli e del Mediterraneo, proponendo alcuni fra i più significativi brani della tradizione Partenopea .Dopo tante esperienze, collaborazioni e progetti personali, Marco Zurzolo e Pippo Matino hanno deciso di creare questo trio che ,per le ragioni sopra citate, si differenzia da tutte le altre loro band precedenti. Possono essere considerati due tra i maggiori esponenti e specialisti del rispettivo strumento ed il loro curriculum e’ pieno di collaborazioni nazionali ed internazionali con musicisti di grande spessore artistico: DON MOYE,ENRICO PIERANNUNZI,MIKE STERN,ROBIN EUBANKS,PINO DANIELE,JAMES SENESE ecc. giusto per citarne alcuni. Chiude il terzetto Claudio Romano , uno dei batteristi piu’ versatil i e stilisticamente preparati ,anello di perfetta congiunzione tra i due solisti.

MARCO ZURZOLO
Biografia
Nato a Napoli nel 1962, sassofonista e compositore, Marco Zurzolo è diplomato in composizione jazz e flauto presso il Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli.
Nel corso della sua carriera matura esperienze in differenti generi musicali, collaborando con noti artisti italiani e stranieri quali Pino Daniele, Zucchero, Roberto Murolo, Salomon Burkes, Chet Baker, Joe Heredia, Mia Martini, Gino Paoli e Nino Buonocore.
Lavora in teatro ed in televisione con il Maestro Roberto De Simone, Luca De Filippo, Enrico Montesano, Peppe e Concetta Barra, Eugenio Bennato.
Nel 1995 incide il suo primo cd Lido Aurora (Edizioni Polosud). Successivamente realizza musiche per cinema e teatro, meritando diversi premi e riconoscimenti per la qualità delle sue composizioni. Per Antonio Capuano firma le colonne sonore dei film “Pianese Nunzio di anni 14” e “Polvere di Napoli”. Alcuni dei brani scritti per “Polvere di Napoli” sono raccolti nell’omonimo cd che la Polosud pubblica a suo nome nel luglio 1999.
Scrive inoltre le musiche per il film “Il manoscritto di van Haecken” di Nicola de Rinaldo, il dramma di Bertold Brecht “Vita di Galileo” (regia di Michele del Grosso), lo spettacolo “Trash” di Enrico Montesano, i cortometraggi “Una mattina di maggio” di Raffaele Esposito e “Sbraineff” di Domenico Ciruzzi, il monologo “Little Peach” di Enzo Moscato, le opere teatrali “La regina di Saba” e “Resurrezione” portate in scena dalla compagnia di Renato Carpentieri, lo spettacolo “Riso frizzante” di Tonino Taiuti.
Nel giugno del 1999 viene invitato a rappresentare Napoli alla Festa della Musica in Francia.
Nel 2000 esce per le Edizioni Egea il cd Ex Voto, rilettura jazz delle musiche legate al culto vesuviano della Madonna dell’Arco. Alla presentazione in occasione dell’Umbria Jazz Festival, fa seguito un lungo tour internazionale che porta Marzo Zurzolo e la Banda MVM anche in Egitto, nell’ambito di un progetto di cooperazione internazionale, ed al Festival Internazionale di Jazz di Montréal 2001. In occasione del Pomigliano Jazz Festival 2001, Marco Zurzolo ospita nella sua formazione anche Famoudou Don Moye.
Nel luglio dello stesso anno l’Egea pubblica il suo quarto cd, dal titolo Napoli ventre del Sud.
Nello stesso periodo scrive le musiche per lo spettacolo teatrale “Una relazione privata” e per il film “Il Trasformista”, entrambi diretti da Luca Barbareschi.
Nel 2002 escono i cd Zurzolo suona Viviani (Edizioni Maestrale) e Pulcinella (Edizioni Egea). Nel maggio 2003 apre il concerto di Van Morrison alla Royal Albert Hall di Londra, affiancando il gruppo di Salomon Burkes. Nel novembre 2003 è di nuovo a Londra, nell’ambito del World Travel Market, in rappresentanza della musica campana. Nel 2005 esce per Egea il disco 7 e mezzo, con ospiti Marc Johnson e Gabriele Mirabassi.

PIPPO MATINO
nasce a PORTICI (NAPOLI).
E’ considerato dalla critica nazionale ed europea tra i maggiori specialisti e virtuosi del basso elettrico.
E’ probabilmente il bassista elettrico italiano che, negli ultimi 20 anni , ha realizzato il maggior numero di ALBUM a suo nome e/o in veste di “co-leader”. E’Band-leader di molti progetti originali da lui stesso creati:BASSA TENSIONE (VVJ)-ESSENTIAL TEAM ( Alfa Music- Egea)-THIRD, 2 CD del “JOE ZAWINUL TRIBUTE” di cui uno doppio live alla Casa del Jazz di Roma (Wide Sound)2 CD del BASSVOICE PROJECT con la vocalist romana Silvia Barba, di cui il secondo live al The Place “Love and Groove” (Wide Sound) -TRIO OSTIKO (VVJ)-TREE COOL CATS (Millesuoni Records).
Ha partecipato inoltre a molti dei più importanti lavori di jazz e fusion music realizzati in Italia negli ultimi anni:ROAD RUNNER di Flavio Boltro-DAY BY DAY di Agostino Marangolo-PIANO E BEAT e VINTAGE HANDS di Ernesto Vitolo-El LUGAR e QUARZAZAT di Francesco Bruno- DIFFUSION di Andrea Marchesini- LYNDON Rocco Zifarelli-AUGUST Sergio Di Natale- FRONNE Lello Panico, prendendo parte anche alla storica band napoletana “NAPOLI CENTRALE”del sassofonista e cantante JAMES SENESE.
Attualmente e’ il bassista della band Di RITA MARCOTULLI “US AND THEM”che interpreta in maniera del tutto personale un repertorio dedicato alla musica dei Pink Floyd. Ha preso parte al DVD Tribute a “MICHEL PETRUCCIANI” Body and Soul” live alla Casa del jazz Di Roma. Ha partecipato a quasi tutte le edizioni e manifestazioni più importanti “dedicate” al basso elettrico in Italia ed in Europa come EUROBASSDAY di Verona, il GUITAR SHOW di Londra,MUSIKMESSE Francoforte, DISMA Rimini, POLLAND Bass Day, BASS PLAYER LIVE di New York e di Los Angeles, NAMM show di L.A, SOUND EXPO di Verona, BOLOGNA Music Show, MEET di MILANO, SOL MUSIC di Palermo, SGH MILANO, spesso come testimonial di importanti marchi di strumenti quali MARKBASS, FBT, AMPEG, EPIFANI Amps , AKAI, GODIN, LIUTERIA 3G, TABACCO Cables, FODERA, GRISBY MUSIC, R.COCCO strings, talvolta in duet con altri grandi virtuosi dello strumento: Jeff Berlin, Dominique di Piazza, Dario Deidda, Darryl Jones, Stu Hamm, Jonas Helborg, Linley Marthe, Matt Garrison,Hadrien Feraud, Felix Pastorius, Jimmy Haslip,ecc..
Ha collaborato quindi,attraverso questi progetti e lavori discografici prima citati, con alcuni tra i migliori musicisti internazionali: Billy Cobham, Mike Stern, Stefano di Battista,Flavio Boltro, Horacio”EL Negro”Hernandez, Agostino Marangolo, Javier Girotto, Ronnie Cuber, Giovanni Imparato, Derek Wilson, Paco Sery, Rosario Giuliani, Lele Melotti, Luca Trolli, Bireli Lagrene, Roberto Gatto, Walter Calloni, Cristian Meyer, Gigi Cifarelli, Pino Iodice, Tony Scott, Cristiano Micalizzi, Antonio Faraò, Daniele Scannapieco, Eric legnini, Jean Marie Ecay, Marco Zurzolo, Daniele Sepe, DetraFarr, Stephane Huchard, Luis Winsberg, Solis String Quartet, Andrea Beneventano, Mario Rosini, Lello Panico, Quadra band, Nico Stufano, Enzo Zirilli, Danny Gottlieb, Peter Erskine, Manatthan Trasfer, Andrea Braido, Steve Hunt, Brett Garsed , Famoudou Don Moye, Benjamin Henocq, Greg Bissonette, Robin Eubanks, Alfredo Golino, Mark Mondesir, Jorge Bezerra, Francesco Bearzatti, Dado Moroni, Peter De Girolamo, Claudio Romano, Alessio Menconi, Fabrizio Bosso,Antonello Salis, Roger Biwandu,Marco Zurzolo,Gianluca Petrella,Julian Oliver Mazzariello,Antonio Sanchez,Aldo Bassi,Ernesto Vitolo,Joe Amoruso,Antonio Onorato,Damien Smith.
Nel 2006 ha tenuto una masterclass alla scuola di jazz più famosa al mondo: BERKLEE COLLEGE OF MUSIC DI BOSTON.
E’ stato anche docente di basso elettrico al Conservatorio Nicola Sala di Benevento e svolge attività didattica proponendosi con clinics masterclass nelle più importanti strutture scolastiche Italiane.
Pippo Matino è un musicista poliedrico che spazia dalla musica jazz e relative contaminazioni funky, blues, rock alla musica leggera italiana.Dopo una lunga gavetta ricca di esperienze con i più importanti musicisti dell’area napoletana dell’epoca, si sposta poi a Roma e inizia una nuova serie di collaborazioni. Nel contempo intraprende la sua carriera solistica incidendo il suo primo disco nel 1993 prodotto dalla VIA VENETO JAZZ” BASSA TENSIONE”, praticamente il primo della nota etichetta romana,che nacque appunto grazie alla volontà dell’indimenticabile Biagio Pagano di produrre questo lavoro e che , per la presenza di brani come DOCTOR MIKE e BASS SONG FOR NAPOLI, è diventato una icona per molti giovani bassisti dell’epoca.
E’ stato co-leader con il chitarrista Rocco Zifarelli ed il batterista cubano Horacio”ElNegro” Hernandez del TEEN TOWN Trio e, contemporaneamente, leader dell’”ESSENTIAL TEAM”, band composta alternativamente a seconda dei periodi dai batteristi Pietro Iodice, Sergio Di Natale, Claudio Romano ed i sassofonisti RosarioGiuliani, Javier Girotto o Giulio Martino+Roberto Schiano (Skianovic) al trombone esprimendo, in ambedue i gruppi, una musica ricca di influenze jazz-rock-funk che non dimentica la lezione melodica della musica mediterranea.
Ha collaborato con numerosi artisti della musica leggera italiana :Mietta, Enzo Gragnaniello, Alex Britti, Anonimo Italiano, Drupi, Gloria Gaynor,Giorgia,Amedeo Minghi,Baraonna, Stefano Borgia, Nino Buonocore, Nino D’Angelo, Joe Barbieri, IreneGrandi, Loredana Bertè, Neri per Caso, Francesco Baccini, Eduardo De Crescenzo, Linda, Nicky Nicolai, Mario Rosini, Rossana Casale, Raiz, Zibba e Almalibre,Antonella Ruggiero,Tony Esposito.
Actual International Endorser:
MARKBASS AMP
ERNIE BALL STRINGS
TABACCO CABLES ZOOM

Claudio Romano nasce il 15/10/1966. La passione per la musica lo porta fin dalla più tenera età a studiare la batteria prima come autodidatta e poi, seguendo un corso con il M. Valter Scotti. Il suo stile poliedrico e la curiosità di esplorare mondi diversi gli consentono di collaborare, senza distinzioni di generi e di stili, con i più svariati artisti, sia italiani che internazionali, dal pop al jazz, sia classico che moderno, al rock ed altro ancora.
Tra le sue collaborazioni piu’ significative, in studio in session e in tour vi sono: Danilo Rea, Stefano Sabatini, Maurizio Giammarco, Joe Caruso, Flavio Boltro, Stefano Di Battista, Massimo Urbani, Lello Panico, i Phoenix, Bob Fix, Larry Nocella, Bruno de Filippi, Nicola Stilo, Daniele Sepe, Rosario Giuliani, Francesco Nastro, Marco Sannino, Pietro Condorelli, i Darma, Antonio Onorato, Steve Wilson, Giovanni Amato, David Kikoski, Gigi De Rienzo, Aldo Farias, Angelo Farias, Marco Zurzolo, Principe e Socio M, Enzo Gragnaniello, e Zezi, Dominic Di Piazza, Francesco Renga, Dori Ghezzi, Fabrizio De Andre’, Scott Duncan, Adriano Pappalardo, Tony Esposito, Eugenio Bennato, Alfonso Deidda, Peppe Consolmagno, Emanuele Cisi, Felix Pastorius, Mark Hanna, Mattew Garrison, Deidda Bros, Linley Marthe, Stuart Hamm, Martin Gjakonovski, Adam Nitti, Tollak, Mike Pope, Solist string Quartet, Edoardo Bennato, Bob Fallon, Antonio Farao’, Zooming on the Zoo, Charlotte Coppola, Lincon Goines, Ernesto Vitolo, Daniele Scannapieco, Oteil Burbridge, Eduardo De Crescenzo, Dario Deidda, ICP Orchestra, Tullio Solenghi, Julian Mazzariello, Andrea Beneventano, Maurizio Capone, Rocco Zifarelli, Andrea Sabatino, Ernestico, Martin Gjiakonovski, Jenny B, Mario Raja, Gianni Savelli, Roger Biwandu, Roberto Colombo, Arnaldo Vacca, Marco Francini, Luca Signorini, Therry Renoux, Antonello Salis, Bob Fallon, Darryl Jones, Andrea Braido, Maria Pia De Vito, Carlo Faiello, Jamie Dolce, Alain Caron, Fabrizio Bosso, Franco Coppola, Nacchere Rosse, Antonella Ruggiero, Poli Opposti, Peter Nylander, Pippo Matino, Essential Team, Jonathan Gee, Gianluca Renzi, Carla Marciano, Corvini Bros, Stun Hunther, Marcello Colasurdo, Tony Cercola, Tosca, Giovanni Imparato, Andrea Miranda, Cecilia Gasdia, Steve Rose, Nello Daniele, Don Moye, Fawzy Chekili, Alia Sellami, Pino Iodice, Dario Fo’, Aldo Vigorito, Brunella Selo, Paolo Recchia, Jerry Popolo, Avishai Cohen, Emi Stewart, Andrew Gouche, Giovanni Tommaso, Ellade Bandini, Joe La Viola, Linda, Lorenzo Hengheller, Alice Ricciardi, Christian Spering, Javier Girotto, Amit Chaterjee, Mario Rosini, Carolina Brandes, ONJ Orchestra, Tosca, Carlo Morelli, Archie Shepp, Robin Eubanks, Nuova Compagnia Di Canto Popolare, Linda, Francesco Bearzatti, Jorge Bezerra, Ezio Zaccagnini, Roberto Gallinelli, Gennaro Porcelli, Franco Giacoia, Nico Stufano, Daniela D’ercole, Roger Biwandu, Luis Siciliano, David Garfield, David Boato, Alex Britti, Nicki Nicolai, Robben Ford, James Senese, Carl Verheyen, Pippo Guarnera, Gigi Cifarelli Eric Legnini, e tanti altri ancora.E’ endorser internazionala di Gretsch drums, Roll Sticks, Ufip Cimbals, e Gibraltar hardware, Markdrum.
Ha partecipato a numerose trasmissioni televisive: Mio capitano Rai2, Doc club Rai1, Tam tam villane Rai2, Air bag, Ritmi Urbani, Anteprima, Match Music, Jeans 2Rai3, Tappeto Volante Telemont., Segnali di Fumo Videomusic, Felicissima e’ la sera Odeon, Cocco Rai2, Convenscion Rai2, Premio Recanati Rai2, Sanremo Rock Rai1, Festivalbar Italia 1, Jammin Italia 1, Roxybar, MTV, Festival di Napoli Rete 4, ecc.
Ha partecipato a svariati festival e rassegne di diverso respiro musicale tra cui:
Como jazz 96, Sophisticated Lady Ravenna, Teano jazz 96, Jazz Festival Messina 89, Jazz Incontri Siano, Baronissi jazz 2000, Fano Jazz 97, Melizzano blues 2006, Brindisi Jazz 2006, Pomigliano jazz 96, 97, 00, 01, 04, 05, 06, 07, 08, Meta di Sorrento jazz 2007, Link Festival Roma 96, Nick La Rocca 04, 08, Disma 2004, Eurobassday 2004, 05, 06, Alexander plaz Roma, Campli Blues 05, Sorrento jazz2005, Openday la Cicala 04, 05, 06, Prata jazz2005, Matese jazz 2006, Vesuwave 2006, Classicum Jazz 04, 05, Pomezia Jazz 2005, Jazz Enotes 2005, Sanremo Rock, Premio Ciampi 89, jazz sotto le Stelle Albissola, Terre di Collina Jazz, Rock in Corso 2004, Banale jazz 2004, Villa Celimontana 2004, 08, 09, Polla Jazz 2006, Music Expo 2006 Verona, Premio Misero 2006, Roma Incontra il Mondo 2006, Palombara Jazz2007, Blue Note Milano, Notte Bianca Napoli 2006, Cartagena Jazz Festival 2007, Casa del Jazz Roma, Italian Jazz in London Vortex 2008, Leuciana festival 2008, Vico Jazz 2008, Atessa Jazz 2008, Campo di Pietra Jazz 2008, Quisisana Festival 2008, Ischia Jazz 2008, Benevento Citta’ spettacolo 2008, ecc. Todi Jazz 2008, Natale 2008 Teatro S.Carlo di Napoli, Lamezia Jazz 2009, Mozart in Box 2009, Omaggio A Gege’ Di Giacomo 2009, Ravello festival 2009, Ischia Jazz 2009, 2010, Jazz No Border Gubbio 2010, Jazz in Sabina 2009, Circeo Film Festival 2011, Todi Arte 2011, Pomigliano Jazz 2011, Atessa Jazz 2011, Vico Equenze Jazz 2011, Entro jazz 2012, Ecc…
Inoltre ha registrato per diverse etichette discografiche tra cui:Panastudio, Wide Sound, BMG, Gala Records, Warner bros, Poligram, Polidor, Raitrade, Ricordi, Flaying Rec, Il Manifesto, ecc. Ha tenuto corsi specifici e seminari in varie strutture statali e non in tutta Italia come L’Universita Federico Secondo di Napoli, Arci Napoli, ecc.

Le foto pubblicate sono fornite dagli Artisti o comunque tratte dai loro siti e profili social
Info:
www.sorrentojazz.it
Evento su www.jazzitalia.net
Per comunicare:
info@sorrentojazz.it
Ph. 3391829660

Più informazioni su